Celine a Operazione Trionfo il 2 ottobre 2002

Video

Céline Céline Céline Céline
In questa sezione è possibile scaricare i video della partecipazione di Celine alla trasmissione "Operazione Trionfo" del 2 ottobre 2002.
Visualizza sezione Download >>>
[Grazie ad Andrea]


Racconti

Céline Céline's Maniacs davanti al Cinecittà Céline's Maniacs davanti al Cinecittà
Copertina autografata Copertina autografata, nei cerchi le impronte lasciate dalle dita di Celine, sporche di trucco I racconti di:

Galleria fotografica

Ecco le foto scattate dai maniacs a Roma davanti a Cinecittà.
Visualizza la galleria foto>>>





Dentro gli studi di OT
Il racconto di Antonella Monastra

Salve ragazzi... la mia esperienza è stata alquanto singolare ma soprattutto inaspettata: quando Miguel Bosè annunciò il mercoledi precedente la venuta di Celine, la partecipazione al programma di Operazione trionfo di una grande artista internazionale, mi venne subito il sentore che potesse essere il turno del nostro idolo, e subito mi misi in agitazione, feci una serie di telefonate e, nel giro di due giorni riuscii ad organizzare il tutto per la partenza...Mercoledi mattina io e Carmen ci incontrammo alla stazione di Roma Termini con Sara, Luca, Lele e molti altri ed insieme andammo a Cinecittà...,la tensione era alle stelle, ripensavamo all'esperienza dell'aprile scorso e ci chiedevamo se anche stavolta avremmo avuto la fortuna di avvicinarci a Céline anche solo per farle vedere che eravamo lì di nuovo per lei con lo stesso entusiasmo della volta precedente... Arrivati a Cinecittà alcuni Maniacs erano già li che aspettavano ed i 4 coordinatori del fanclub facevano avanti e indietro dal primo blocco di entrata a Cinecittà per cercare un approccio piu intimo con Céline nella speranza che qualche anima pia informasse l'organizzazione della trasmissione della nostra presenza... ovviamente tutti i tentativi furono vani e passammo gran parte della giornata lì davanti ad aspettare... Si fecero le 19 e dopo tanta attesa, finalmente, due Mercedes nere si videro in lontananza...non vi era dubbio...Céline era arrivata, lei si trovava nella seconda macchina seduta a sinistra del sedile posteriore mentre alla sua destra sedeva René. Il passaggio davanti ai nostri occhi fu così veloce che a stento riuscimmo a scorgere un gesto non ben definito della mano da parte di Céline che aveva gli occhi coperti da grandi occhiali da sole...arrivati a quel punto, tutto era chiaro...Céline stava dentro e noi sfortunatamente stavamo fuori senza alcuna possibilità di entrare!!!!!! Morti di fame com'eravamo, ci dividemmo in gruppi e ci dirigemmo verso il centro commerciale di Cinecittà 2 che si trova di fronte all'entrata laterale di Cinecittà. Camminando, camminando io e Carmen ci ritrovammo da sole e fummo subito attirate da un autobus fermo di fronte ad una delle entrate laterali di Cinecittà.. avvicinandoci ci rendemmo conto che da quel bus scendevano molte persone, guardando poi ancora meglio, riconoscemmo tra queste alcuni dei genitori dei ragazzi dell'accademia di Operazione Trionfo. Ci mettemmo a girare tra questa gente imbarazzatissime perché loro erano ospiti e noi invece solo delle curiosone...ad un certo punto, vidi avvicinarsi il padre di Bruno, uno dei concorrenti di O.T. e, facendomi coraggio gli chiesi se sapeva di qualcuno che avesse rinunciato all'invito per partecipare alla trasmissione; con mio stupore lui fu talmente gentile da cedermi l'invito della nipote, nel contempo anche Carmen, grazie alla disponiilità del padre di un'altra concorrente riuscì ad ottenere tale possibilità. Fu così che ci ritrovammo all'interno degli studi di Operazione Trionfo senza neanche sapere come ciò fosse potuto accadere!!!! Dopo i soliti preliminari, finalmente cominciò la trasmissione e Bosè con grande fascino, alternava frasi quasi corrette a papere grandi quanto una casa, ad un certo punto tutti si spostarono sul palchetto circolare ed i ragazzi si disposero sulle scale come a semicerchio lasciando un passaggio in mezzo....finalmente c'eravamo.. qualcosa stava per accadere ma ancora non sapevamo cosa, mentre stavamo a pensare a cosa sarebbe successo ecco che il nostro sguardo si posò dietro al palchetto (una sorta di dietro le quinte, una specie di botola dalla quale vengono fuori solitamente i ragazzi e Bosè) dove una chioma dorata apparve davanti ai nostri occhi... Si era Céline, bellissima e solare come sempre, la nostra emozione era talmente grande che non ci rendevamo conto nemmeno di ciò che facevamo, aspettavamo continuamente che lei si girasse verso di noi per salutarla e per farle vedere che eravamo lì solo per lei, Céline con aria furbesca appena ci vide sorrise e ci fece l'occhiolino, evento che si ripetè per 2 o tre volte nell'arco di pochi secondi. A quel punto, Bosè finì di presentarla, la base di I'm alive inizio e lei, con estrema eleganza fece ingresso nello studio attraverso i gradini sui quali i ragazzi di O.T. erano seduti. Ripensandoci mi sembra sia stato un sogno tant'era bello.... naturalmente la performance la conoscete già però vi assicuro ragazzi che vederla dal vivo e soprattutto sentirla cantare dal vivo ti fa vivere emozioni davero forti!!!!!
Finita la performance e la breve intervista di Bosè a Céline la vedemmo uscire e scomparire piano piano attraverso quella famosa botola dalla quale era uscita; mandai un sms a Sara per avvertirla che Céline stava uscendo, ma in realtà da quando iniziai a scriverlo a quando lo mandai realmente passarono almeno 5 minuti, infatti tanta era la tensione ed il tremolio delle mie dita che dovetti scriverlo per ben 2 volte visto che la prima volta lo mandai ad un'altra persona.... ebbene si...a volte Céline ti fa proprio perdere la testa...!!!!!!!
Alla prima pubblicità sgattagliolai fuori dallo studio e mi misi a correre sperando disperatamente di trovare ancora Céline all'uscita di cinecittà... correvo correvo e più andavo avanti più il fiato mi veniva meno, ormai stremata, e non lo dico tanto per dire!!!! Vidi in lontananza la macchina di Cely, non so come feci ma riusci ad avvicinarmi al finestrino, e senza pensare a ciò che dicevo, presi dalla tasca un piccolo regalo che avevo portato per lei, glielo misi tra le mani e le dissi che avevo questo pensierino per lei, che per me era importante che lo avesse, che ero alla trasmissione ma che mi avevano impedito di avvicinarmi a lei.....lei sembrava molto emozionata tenendomi la mano mi ringraziò ripetutamente... per 2 volte mi avvicinai per darle un bacio e poi mi allontanai. Non contenta, e desiderosa che si ricordasse di questo fan club, presi la foto di gruppo che scattammo all'Hilton il 6 Aprile con l'intenzione di regalargliela, mi avvicinai nuovamente ma il finestrino di Céline era gia alzato e la macchina stava per andare, allora chiesi cortesemente alla bodyguard di dargliela lui... sto tizio prese in mano la foto, io lo incitavo a dargliela ma lui, piu confuso che persuaso, stava per mettersela in tasca, allora io gli dissi in italiano: "non gliela dai? allora ridammela" gliela strappai dalle mani e la misi davanti al finestrino di Céline, mi misi a chiamarla forte, ed alla fine si accorse di me e della foto, la guardò e da lontano sgranò gli occhi come se si fosse accorta che tra quei ragazzi nella foto c'era pure lei.. alchè le dissi in francese di prenderla che era sua, allora lei indico se stessa con le mani come se mi volesse chiedere se veramente era per lei, io le risposi di si... velocemente tirò giu il finestrino prese la foto ed emozinata la guardava mentre la macchina si allontanava........... Sono contenta di essere riuscita a darle quella foto almeno sono sicura che quando tornerà in Italia si ricordera di quei Pazzi dei Céline's Maniacs.........The End

Antonella Monastra


Celine Dion: Cronaca di un sogno
Il racconto di Maurizio

I was waiting for so long, for a miracle to come...everyone told me to be strong, hold on, and don’t shed a tear...

Céline & Maurizio
Ancora non riesco a credere che tutto quello che sto per raccontare sia accaduto veramente: per così tanto tempo ho desiderato che questo mio sogno diventasse realtà, e finalmente, inaspettatamente, il sogno si è avverato...

La mia avventura inizia una fredda mattina di ottobre: sveglia all’alba, il treno mi attende per portarmi a Roma, dove agli studi di Cinecittà arriverà proprio lei, la mia tanto amata Celine Dion, per partecipare al programma televisivo Operazione Trionfo. Un’occasione unica per poter tentare di avvicinarla, o almeno vederla, anche solo per qualche istante…Ho sempre desiderato di incontrarla dal vivo, e magari strapparle un autografo, scambiare qualche parola, o semplicemente uno sguardo, o un sorriso..

Mentre il treno corre in direzione Roma, il walkman con la sua dolce voce accompagna i miei pensieri…chissà se riuscirò a vederla, ad avvicinarla, come sarà dal vivo? Le ore scorrono velocemente, così come il paesaggio fuori dal finestrino. Finalmente arrivo a Roma, dove ad attendermi ci sono Ilaria (coordinatrice dei Maniacs a Roma) e un piccolo gruppetto di maniacs, ai quali si aggiungono presto molti altri. Ormai ci siamo: l’avventura ha inizio!! Si parte tutti assieme, direzione Cinecittà. La metro è affollata, e fermata dopo fermata il mio cuore pulsa sempre più velocemente, sono curioso e ansioso di vedere cosa succederà!

Usciti dalla stazione della metro, ecco finalmente Cinecittà: ci sistemiamo nel piazzale davanti all’ingresso. Questo luogo diventerà il nostro compagno di avventure per tutta la giornata, ma la cosa non mi spaventa: la giornata è bella e il sole splende, la temperatura è mite. Negli studi c’è gran movimento: decine di auto entrano ed escono di continuo, tutto è frenetico e caotico. I coordinatori si mettono subito al lavoro, e tentiamo un primo approccio con le guardie. Purtroppo le cose vanno male, visto che non ci è consentito di sostare all’interno del cortile. Ci accampiamo di nuovo fuori, e inizia così la lunga attesa. Poco dopo arrivano pure Rossana Casale e Miguel Bosè, e in seguito molti degli insegnanti di Operazione Trionfo e Saranno Famosi. A quanto pare Celine arriverà soltanto verso le 17.00, così ci aspettano 4 o 5 ore di attesa prima che qualcosa si muova davvero. Contrariamente a quanto pensavo, il tempo scorre liscio e veloce, i ragazzi sono tutti simpatici, e fra una chiacchera e una risata il pomeriggio passa in fretta, senza problemi. Intanto i coordinatori del gruppo organizzano la “visita” a Celine, sempre nella speranza che la fretta non la costringa a scappare via prima del tempo. Mentre passano le ore il gruppo si estende, e finalmente si avvicina l’ora dell’arrivo di Celine…noi siamo tutti schierati sul marciapiede, pronti a scattare fotografie e a darle il nostro benvenuto. Il tempo passa e Celine non arriva. Nel frattempo molti curiosi di passaggio sulla strada si fermano per chiedere chi aspettiamo, e qui la cosa si fa comica, perché noi rispondiamo (per scoraggiarli a restare lì, visto che una folla troppo numerosa non sarebbe gradita alle bodyguard di Celine), con un po’ di faccia tosta (!!), che siamo qui ad aspettare Morandi!!! La cosa è poco credibile (foto, poster e copertine celiniche hanno ormai invaso il piazzale…), ma abbastanza efficace, e sicuramente molto divertente! Anche questo è un modo per esorcizzare un po’ la tensione e l’ansia…La sera arriva, il giorno piano piano se ne va, e Celine tarda ancora ad arrivare…e invece, nel momento più inaspettato, verso le 19.00 eccola! A bordo della Mercedes nera arriva Celine, in compagnia del marito Renè Angelil. L’auto sfreccia veloce davanti a noi, e riesco a vederle il viso e i capelli. La gioia e l’emozione salgono alle stelle, finalmente lei è qui!! Altri maniacs e parenti/amici ci tengono aggiornati su cosa succede all’interno, grazie alla diretta su Stream. A questo punto non ci resta che attendere, e sperare. Il problema ora è capire quali saranno i piani di Celine, se resterà per la diretta delle 21.00, se invece registrerà la sua performance e poi scapperà via. Per fortuna arriva una buona notizia: pare che Celine resterà anche per la diretta, e le guardie ci concedono di entrare nel piazzale quando l’auto di Celine uscirà dagli studi. La disponibilità è però soltanto per 15 persone, quindi altrettante dovranno restare fuori. E qui devo spendere 2 parole per ringraziare e premiare il comportamento corretto e altruista dei coordinatori e degli altri maniacs, che hanno deciso di dare la priorità ai fans che non hanno mai avuto l’occasione di vedere Celine dal vivo. L’attesa ci torna utile per organizzare la cosa, e tutto si svolge con ordine e diligenza.

La tensione però è chiaramente avvertibile nell’animo di tutti: non sappiamo se Celine si fermerà, o cosa succederà, l’unica cosa che possiamo fare è aspettare, e sperare che tutto vada per il meglio.

21.30: Celine entra in scena, canta I’m alive e si trattiene per qualche minuto a chiaccherare con Miguel Bosè. E’ arrivato finalmente il nostro momento: entriamo nel cortile, e ci posizioniamo nel piazzale. Le gambe mi tremano, non so più se è la gioia, o la paura a prevalere fra le mie emozioni…Arriva l’auto, ed Enzo si avvicina, per chiedere a Celine se può fermarsi un po’ con noi. Per fortuna tutto fila liscio, e così uno alla volta ci avviciniamo per coronare il nostro momento di gloria!

Céline e Rene Quando arriva il mio turno, Celine mi accoglie con un sorriso: dal vivo è davvero splendida, bellissima, semplice e dolcissima. Inutile dire che sono emozionatissimo, al punto che non ricordo esattamente cosa le ho detto!!! Ricordo che le ho detto il mio nome, e mentre lei mi autografava alcune cartoline, le ho chiesto se potevo fare una foto con lei: mi ha risposto con dolcezza, “Yes, of course!!”. Non dimenticherò mai il suono della sua voce, la luce nei suoi occhi…e’ stato uno dei momenti più emozionanti della mia vita, e resterà per sempre indelebile nei miei ricordi più cari. Non riesco ancora a credere che tutto quello che ho raccontato sia accaduto proprio a me, l’emozione di quella magica notte romana, dove il destino e la fortuna mi hanno preso per mano, e mi hanno permesso di realizzare questo sogno. Abbiamo trascorso circa 20 minuti con Celine, poi la Mercerdes nera è corsa via…a questo punto è festa grande: fra grida di gioia, abbracci, e qualche lacrima, abbiamo festeggiato tutti insieme questo nostro momento di gloria, una giornata unica, e indimenticabile.

Vorrei ringraziare Enzo, Ilaria, Sara e Maria Laura, coordinatori a Cinecittà, siete stati davvero in gamba, e avete guidato il gruppo con la massima serietà e correttezza, bravi!! Tutti i maniacs che ho conosciuto dal vivo, e in particolare Paola di Milano, Adele e Guja. Un saluto e un abbraccio speciale a Valentina Pierotti: senza di te credo che non sarei qui a raccontare questa magnifica esperienza: grazie di cuore, mi dispiace che non sei potuta venire con noi, ma anche se fisicamente non eri lì sicuramente lo sei stata nei nostri cuori, e in quello di Celine.
Grazie a tutti, e grazie a Celine!!

Goodbye’s the saddest word I’ll ever hear, goodbye’s the last time I will hold you near… Till we’ll meet again, until then.....GOODBYE!!!

Con affetto, Maurizio


Cronaca di una missione celinica
Il racconto di Adele

Salve a tutti miei cari maniac, sono Adele, alcuni di voi mi conoscono già, altri un po’ meno, con alcuni abbiamo condiviso momenti magici la fatidica sera del 2 ottobre 2002 ed è per voi, per ricordare questi momenti, e per gli altri che purtroppo non sono potuti venire che vi offro le pagine del mio diario, in cui ogni sera appunto tutto ed in particolare “quella sera” con le mani ancora tremanti ho scritto quello che tra un po’ leggerete… ma prima un breve resoconto dei giorni precedenti… le ansie, la gioia e il terrore dell’hotel introvabile!!!

MISSIONE CELINICA (I GIORNO)
ALLA RICERCA DELLA CELINA PERDUTA
Lunedì 30-09.2002
Ma dove si sarà cacciata la Celina? Quando arriverà in Italia per la trasmissione di mercoledì? Nessuno ci dice niente!!! Si presume all’Hilton invece sta a Parigi tutta la giornata e a nostra insaputa…io, Marialaura e Sara trascorriamo il pomeriggio all’Hilton di Roma…hotel extralusso degno di Céline…parliamo con autisti, parcheggiatori, ma nessuno sa niente (o finge di non sapere) mah… ce ne andiamo a casa dopo migliaia di mercedes sospette e dopo un’”allucinazione allucinante”… insomma una che da lontano sembrava proprio lei, con tanto di passeggino e bambino, ma ovviamente non era lei!!! Riponiamo quindi le nostre speranze nella giornata di domani!!!

MISSIONE CELINICA (II GIORNO)
ALLA RICERCA DELLA CELINA PERDUTA (E DELL’HOTEL INTROVABILE)
Martedì 1-10-2002
Oggi la situazione diventa più critica…si mormora che la Celina non andrà più all’Hilton, ma dove si fermerà allora? Nessuno lo sa…a noi fan spetta il compito di andare alla ricerca di quest’hotel (naturalmente sempre extralusso) ma Roma è grande …. Potrebbe essere ovunque!. Nel primo pomeriggio io, Marialaura e Sara accogliamo alla stazione gli altri maniac: Lele e il suo simpatico “accompagnatore” Enrico, Enzo, Carmen e Anna e (poveretti, un po’ sfiniti perché avevano appena affrontato un viaggio) ci dividiamo e giriamo per gli hotel più famosi, Plaza, St. Regis, De Russie…ma niente, Céline non ci sta…dove sarà finita? Non si sarà mica persa? Ci arrendiamo…..non sappiamo più dove cercare, l’unica cosa certa è che domani andrà a Cinecittà dai ragazzi di OT, quindi non ci resta che andare là e aspettarla, a meno che non si sappia prima qualcosa in più (tipo l’hotel dove mangerà o dove pernotterà, sempre se pernotta e non se ne scappi appena arrivata!)

MISSIONE CELINICA (III GIORNO)
I CAN’T BELIEVE I’VE BEEN TOUCHED BY AN ANGEL
Mercoledì 02-10-2002
Drin…drin…la sveglia suona alle 8:00 in punto, wow il fatidico giorno è arrivato…. –A new (e aggiungo memorable) day has come- fatidico per due motivi, il primo è che alle 10:00 avevo un esame all’università, il secondo ben più felice lo sapete già!
Per cui mi alzo tutta rampante e piena di energia, faccio l’esame (dopo aver corrotto mezza università per farmi passare prima, eh eh) e scappo alla stazione Termini dove mi aspettava Marialaura e di corsa via a Cinecittà…dove ci stavano già gli altri maniac tutti simpaticissimi e agitatissimi per ovvi motivi!!! Subito si forma un gruppo compatto…sembrava quasi ci conoscessimo da una vita… è bello comunque sapere che la passione per Céline ci unisce, provenivamo da tutta Italia, nord, sud, centro, tutti lì per lei!
Comunque i minuti passavano, e noi sempre piu agitati ed ansiosi, ad un certo punto mi telefona Emanuele (che ringrazio tantissimo perché ci ha tenuti aggiornati, su quello che si faceva e diceva in accademia, fino a quando il mio cellulare ha retto) e mi dice che l’arrivo di Céline è previsto alle 17:00… erano le 16:30 e subito ci siamo messi in fila nel lato destro della strada secondo un ordine prestabilito, cosicché potevamo vederla tutti quando sarebbe passata…io ero pure fornita di un pseudocartellone, fatto la sera prima, dove c’era scritto “I’ll be waiting for you here inside my heart”, ma dopo mi sono accorta (anzi me l’ha fatto notare Luciano) che in effetti era troppo piccolo perché a quella distanza Céline lo potesse vedere…comunque i minuti passano e di Céline nemmeno l’ombra..abbiamo dovuto aspettare più o meno 2 ore per vedere due (o più, non ricordo) mercedes lucidissime sfrecciare davanti a noi e nella seconda ci stava proprio Céline, ma guarda caso stava dal lato opposto a quello nostro…infatti io le vidi soltanto i capelli ed in primo piano invece vidi il “bel” viso tondo di monsieur Renè Angelil mentre come sottofondo sentivo Luciano che ripeteva in continuazione “Ciao!” “Ciao!” “Ciao!”?.
Insomma …appena la mercedes entrò negli studi di Cinecittà ci fu un urlo di gioia generale… c’era chi diceva che l’aveva vista bene, chi invece (come me) aveva visto solo René, chi ancora diceva che Céline aveva fatto un gesto con la mano come per dire il famoso “When I come back!” e così la Celina stava lì…solo alcuni metri e alcune mura ci separavano da lei…avevo una voglia matta di intrufolarmi a Cinecittà, ma ovviamente era impossibile…chissà se si sarebbe fermata al ritorno..chissà se sarebbe uscita da lì o se c’erano altre uscite…chissà se le avrei potuto dare il mio regalino (un ranocchio per la sua collezione e una letterina) erano queste le domande che mi assillavano e che più o meno assillavano tutti.
Nell’attesa che uscisse abbiamo comunque scherzato, parlato, fatto foto di gruppo..abbiamo persino cantato, wow che bei momenti anche quelli (siete troppo forti ragà!)…così si erano fatte più o meno le 22:00 (correggetemi se sbaglio l’orario, ma quel giorno avevo perso la cognizione del tempo) ci avvertono da casa che Céline aveva finito di cantare alla trasmissione e che quindi da un momento all’altro sarebbe potuta spuntare, a noi (eravamo più o meno 30) per fortuna ci viene dato il permesso di oltrepassare di alcuni metri l’entrata esterna (forse Céline lì si sarebbe potuta fermare più facilmente) e ci mettiamo in fila sempre secondo l’ordine prestabilito (io ero la nona).
Davanti a Cinecittà Ecco ..ecco…. che dopo alcuni minuti spuntano le famose mercedes..è lei si! Stavolta la vedo!!! Stavolta siamo nel lato giusto della strada!!! La macchina si ferma! È fatta! Céline acconsente, ci riceverà al finestrino della sua macchinetta “one by one” come stabilito dalla sua guardia del corpo!
Io, piena di gioia e di emozione al contempo e con le mani che mi tremavano, quando era il mio turno mi sono avvicinata, le ho dato il regalino e la lettera e lei ”grazie, grazie troppo gentile” poi le ho parlato dicendole le cose cretine che ti vengono in quei momenti critici…cose che le dicono tutti tipo “brava, sei incredibile, fantastica, unica…hai una bella voce” poi mi rendo conto che sto dicendo cose banali e le dico “si lo so che queste cose te le dicono tutti ma è la verità…that’s the way it is!”…si si le ho detto proprio il titolo della sua canzone…che figura! Ma che volete in quel momento non si ha molta fantasia, ve lo garantisco! Poi le do la copertina di ANDHC per l’autografo, firma, me la restituisce con una grazia e uno charme unico, e io le do la mano e lei che fa…..mi prende tutt’e due le mani, me le stringe..fa un’espressione che non dimenticherò mai in tutta la mia vita…e mi dice più o meno “vai, sei forte!”…ed io “grazie, grazie!”…il tutto ovviamente in inglese!
Adele e Rene Poi siccome c’era tantissima confusione da Céline e c’erano altri fan che si accalcavano…mi sono detta…perché non vado da Renè che è tutto solo soletto e poveretto magari si sta annoiando? Ebbene …dall’altro lato della macchina in effetti non c’era nessuno, ci siamo ritrovati io, Luca e Flavia, indecisi se bussare o no al finestrino di René….
Beh ragazzi vado io….e parto….busso delicatamente al finestrino ma monsieur mi guarda un po’ scioccato….arriva Luca e bussando forte lo sveglia dal suo torpore e finalmente abbassa il finestrino…allora io gli do la famosa copertina di ANDHC e un pennarello…e lui si prende prima il mio pennarello..poi ci pensa su, me lo ridà e infila la mano nella tasca della sua giacca di pelle, esce il suo pennarello… me lo fa vedere come per dire “Ecco vedi ce l’ho pure io!!!” beh mi firma ANDHC ed io per smorzare la situazione troppo silenziosa gli chiedo alcune cose…tipo ”state andando via?” “state andando a Parigi?” e lui abbassa soltanto la testa come per dirmi si!!! Allora penso ad una domanda classica a cui mi deve per forza rispondere parlando: “come sta René-Charles?”….lui sorride leggermente e mi dice “fine, thanks!”. Mamma mia….come si è sprecato, è la persona più apatica che abbia mai visto!!! Nonostante ciò mi faccio fare lo stesso una foto con lui da Flavia (grazie mille, Fla!) visto che con Céline non c’ero riuscita!
Beh comunque dopo circa 20 minuti che Céline aveva dedicato a noi fan…era giunto per lei il momento di andarsene anche perché l’aspettava il suo jet privato all’aereoporto: destinazione Parigi!
Per cui appena la mercedes sfuma all’orizzonte…ecco le urla e i pianti di gioia..ci abbracciamo tutti e ci raccontiamo ancora tremanti il nostro breve ma intenso incontro con Céline!

Questa in sintesi è la mia esperienza celinica…un’esperienza unica anche perché tutti insieme abbiamo condiviso ansie..paure..emozioni…ma soprattutto la gioia di ritrovarci right in front of her, la diva per antonomasia….madame Céline Dion!!!

ADELE

Foto di gruppo dei Celine's maniacs P.S.: un grazie particolare va ai ragazzi che ho conosciuto e che magari prima conoscevo solo tramite la chat (grazie ragà! Siete troppo simpatici…a quando un altro raduno?), ai coordinatori (bravi! Sembravate la security di Cinecittà! In modo particolare la Saruccia,vero?), a Vale e a Paola (senza di voi e senza i Celine’s maniacs questo non rimaneva che un sogno!) e naturalmente a Céline (I love you so much, ma cherie!!!)


Una nuova avventura
Il racconto di Sara

Céline a Roma Salve a tutti,
rieccomi qui a distanza di parecchi mesi, a raccontare un'altra bellissima avventura passata con i maniacs. Perché dico avventura??? Perché è stata una giornata davvero fantastica! Ma cmq, dobbiamo fare qualche passo in dietro....allora tutto cominciò quando andammo alla ricerca degli alberghi. Io andai insieme a Lele ed Enrico (penso che ancora abbiano le gambe che appena vedono un albergo scappano da sole) e provammo disperatamente a cercare l'albergo in cui Céline ipoteticamente avrebbe alloggiato...ma niente! Ed il giorno dopo, ci sarebbe stata operazione trionfo con lei ospite!!! Cmq, un pò tristi tornammo tutti a casa! Così, il giorno dopo, ci ritrovammo tutti davanti a Cinecittà. Io facevo parte del "corpo coordinatori" insieme ad Ilaria, Marialaura ed Enzo, messo su brillantemente dal capitano Valentina ;), per vigilare sui maniacs accorsi da ogni parte d'Italia. Purtroppo era molto improbabile che Céline si sarebbe fermata all'uscita di cinecittà, ma tutti insieme organizzammo una specie di "piano strategico" per poterla incontrare. Diciamo che...ehm....la prima cosa da fare era di organizzare una specie di...come dire... LA FAMOSISSIMA E ORAMAI NOTA FILA! Ogni Maniacs fu assegnato, ad estrazione, ad un posto della fila mettendo avanti ovviamente, coloro che Céline non l'avevano mai vista dal vivo! Facemmo anche delle simulazioni per verificare il funzionamento della fila, e poi, ognuno si mise al proprio posto, per aspettare l'arrivo di Céline. Io, Marialaura, Ilaria ed Enzo, controllavamo da vere sentinelle, l'arrivo delle macchine, comportandoci da vere bodyguards, o almeno la gente così pensava....tant'è che ho sentito dei ragazzi passare e dire: "Aho qui ce sta la security! Annamosene va!" Mah.....cmq delle voci arrivavano nelle nostre orecchie: c'è chi diceva che Céline sarebbe arrivata alle 17:00, altri alle 18:00. Così verso le 16:40 cominciammo a mettere in ordine i diligenti maniacs emozionati. "Eh si ragazzi!" dissi "Céline sta arrivando, mi raccomando eh? Calmi e tranquilli che mo arriva!"...passarono circa...diciamo...due ore, e oramai la fila era diventata piena di ragnatele ed i maniacs avevano le radici ai piedi! Quando ad un certo punto...si eccola è lei! Céline arrivò con le sue solite, nerissime, e bellissime mercedes (che tra l'altro erano le stesse della volta scorsa) e salutò ognuno di noi.....dopo di che la fila fu sciolta, e ognuno di noi cominciò a commentare: "Ma Céline non ha fatto cenno della serie..."when i come back? - No mi pare di no - a me m'ha salutato - e che centra ha salutato tutti!"...insomma questi erano più o meno le domande che ci ponevamo. La paura che non si sarebbe fermata aumentava sempre di più. Nell'attesa che Céline uscisse dall'accademia, io e qualche altro maniacs andammo a cenare. Ero esausta perché non mi ero praticamente seduta un attimo al andammo al McDonald di cinecittà2 e ci rilassiamo un pò. Ehm........rilassarsi un pò? Non era possibile! Ricevemmo una telefonata che ci avvertiva che Céline sarebbe potuta uscire proprio in quel momento. Ricordo che ingoiai il panino praticamente intero (tipo struzzo insomma) e corremmo verso cinecittà! Fortunatamente Céline ancora era dentro lo studio e quindi ci tranquillizzammo tutti! Una volta che Céline finì di cantare, con una bella scusa (facemmo finta che quelli di operazione trionfo ci avevano detto che potevamo entrare dentro Cinecittà), ci cominciammo a sistemare con la famosa e inimitabile FILA! E devo dire che funzionò davvero davvero bene. Insieme ad Enrico, mi misi dall'altro lato della piazzetta ad osservare se Céline stesse arrivando: -"I fari delle mercedes sono inconfondibili....li riconoscerò immediatamente..aspetta vediamo.....no questa è una mini...vediamo dopo...na questa è una jeep.....ehm no...questa è una macchina indefinibile!" Insomma Céline non si decideva ad uscire. Quando ad un certo punto, si alzarono i passaggi a livello, che delimitavano l'aria di accesso agli studi. E da lontano spuntarono i fari delle tre mercedes di Céline. Era lei, e ora avremmo saputo se si sarebbe fermata oppure no! Insieme a Marialaura, Ilaria ed Enrico mi misi dietro la fila. Enzo si trovava davanti come interprete! Céline si fermò e cominciò a firmare autografi e a fare foto con tutti quanti! Poi ci salutò e andò verso Ciampino. Insomma ancora una volta la nostra mitica Céline ci ha stupito con la sua umiltà, e credetemi, si è fermata per quasi 20 minuti!!!! I maniacs che venivano per la prima volta a conoscere Céline dal vivo, furono tutti accontentati...e poi.....che soddisfazione!!! Che altro dire....sono stata benissimo, ho conosciuto delle persone fantastiche e mi sono divertita da matti...!!! GRAZIE A TUTTI E GRAZIE A CELINE!!!!

Sara Nightingale...


The power of a dream
Il racconto di Guja

Céline a Roma Quando ho avuto la certezza che sarei andata a Roma ho iniziato a guardare al mondo in modo diverso... certo, non c'era da illudersi, ma la mia fede nella POWER OF THE DREAM non si spegne mai. Ed infatti, ce l'abbiam fatta.
Nonostante le ore passate IN FILA (vero Sara????) coordinati dalla superorganizzata Sara che sembrava troppo una della sicurezza, la serata si è poi rivelata magica.
Céline firma autografi Céline è stata come suo solito molto dolce ed ha atteso che tutti i fans potessero avere un qualche contatto con lei. (Il saccottino invece si fa ogni giorno più fosco...).
Ancora non riesco a credere di aver sentito la sua voce e preso la sua mano...
e ancora ogni due minuti controllo che autografi e foto siano ancora al loro posto e che non sia stato solo un sogno...
ma come tutti noi Maniacs sappiamo..
NO MATTER WHERE YOU ARE, TO REACH FOR YOUR OWN STAR...
Grazie di cuore a tutti, organizzatori e gli splendidi amici che ho conosciuto!
Un bacione a tutti

Guja (Alltheway)


Il giorno più bello della mia vita
Il racconto di Luciano

Céline a Roma Il giorno più bello della mia vita.... non potrò mai dimenticarlo! Il mio più grande desiderio si è finalmente avverato! Celine viene in Italia per partecipare alla trasmissione "Operazione Trionfo"!

Parto da casa molto presto, per prendere il treno che mi condurrà alla felicità ^_^... arrivo a Roma con 50 minuti di ritardo.... ma nell'aria sento una strana sensazione.... bellissima!!!

Avevamo saputo che Celine sarebbe ripartita subito dopo lo show (dunque la fatica spesa il giorno prima dagli altri fans nella disperata ricerca di un hotel in cui eventualmente Celine potesse pernottare era risultata vana) e le possibilità di contattarla erano notevolmente ridotte, visto che cinecittà era un luogo troppo esposto per un contatto diretto con la nostra stella!

Verso le 14.00 io, Flavia e Maurizio arriviamo a cinecittà, dove ad attenderci ci sono altri fans... è stato bello rivedere tutti! E' iniziata la lunga ed estenuante attesa... di tanto in tanto, qualcuno chiamava da casa per informarci... ma nulla era ancora sicuro... c'era chi diceva che Celine avrebbe fatto irruzione in accademia alle 17.00, chi alle 18.00... in realtà Celine si presentò in accademia solo alle 19.00. Arriva una mercedes nera, poi un'altra, poi un'altra ancora in cui riesco subito a riconoscere René... la figura bionda accanto a lui non poteva che essere Celine! Così la saluto con la mano, e lei saluta me... wow... era bellissima!!!!

Pochi attimi, ma intensi... avevamo visto Celine... era radiosa... eravamo tutti molto eccitati ed emozionati, non ci riuscivamo a credere... Subito dopo, pensiamo di recarci a Cinecittà2 ed entrare nel centro commerciale con la speranza di trovare un televisore collegato a stream e poter così vedere in diretta l'intrusione di Celine... ma niente... Mangiamo qualcosa e torniamo davanti gli studi di cinecittà... ora eravamo più di 35 persone.... decisamente tante... O_o

Enzo riesce a convincere la guardia (fingendosi il coordinatore ufficiale del fan club... troppo mitico... ^_^) a far entrare 15 di noi (quelli cioè che ad Aprile scorso non l'avevano incontrata)... entriamo noi 15 (+ Enzo il coordinatore!) e ci mettiamo in fila... ormai manca poco, Leila mi aveva detto che Celine aveva appena finito di cantare.... stava per uscire!

Avvistiamo le famose 3 mercedes... evvai... è fatta! Enzo si avvicina alla macchina di Celine e, con un cenno della mano, la invita a fermarsi... le parla per un pò chiedendole di firmarci qualche autografo.... lei acconsente.... improvvisamente ci vediamo assaliti dalla guardia del corpo, che con le sue gigantesche mani, spingendoci, ci dice: "One By One"!

Autografo di Celine Arriva il mio turno... avrei voluto dirle tante cose... ma credetemi, in quel momento non riesci a dire niente... Così le ho semplicemente detto: "Celine, T'es la Meilleure!" e lei mi ha ringraziato in un modo troppo dolce... intanto continuava a firmarmi il cd... poi, ho salutato René (la persona + apatica e fredda che abbia mai conosciuto) e ho ridetto a Celine che era la migliore, lei mi ha ri-ringraziato... e rieccomi a salutare René (che mi risponde nuovamente con un cenno della testa)... e intanto che Celine mi dedica e autografa l'autobiografia Ma Vie, Mon Rêve io le dico nuovamente: Celine, T'es la Meilleure!.... (cioè gliel'ho detto x 3 volte, che Cretino!). Prima di congedarmi, le porgo una busta contenente 2 lettere... una da parte mia, e una da parte di Serena... poi le chiedo di darmi un bacio, e le mi bacia la guancia ( ^_^ ) le dico "Merci Celine, Merci", lei mi saluta e la body guard mi spinge dietro, via da Celine... :-(

Solo dopo, ripenso a quanto sono stato stupido nel non farmi fotografare con lei... così le chiedo, "Celine posso farmi una foto con te?" e lei mi risponde di si, e mi invita a raggiungerla... SFORTUNATAMENTE la guardia del corpo non voleva... mi ha spinto + volte, mi gridava "Go Away".... Che stronzo! E così non ho potuto farmi una foto decente con Celine... spero che qualcuno me l'abbia fatta durante quei pochi minuti che ho "parlato" con lei...

C'era qualcuno, che si è fatto la foto anche con René... troppo forte la scena tra Flavia e René...

Quando tutti, sono stati accontentati, la macchina riparte... Celine saluta tutti, manda baci a destra e a manca... e la mercedes sfreccia via...

Che bei momenti... non li dimenticherò mai... anche se non sono riuscito a farmi una foto con Celine! Tornato in albergo, non riuscivo a credere a quello che mi era successo... mi sembrava di aver vissuto in un sogno... così ogni tanto mi alzavo e andavo a controllare che gli autografi fossero ancora lì... e c'erano, perché il mio non è stato solo un sogno!

Luciano


Quante emozioni
Il racconto di Lele

Martedi 2 Ottobre: partenza da Verona alle sette e undici con la mia bodyguard Enrico (ahhahaha), viaggio tranqiuillo, ma già l'ansia di conoscere tutti e poter vedere Celine saliva sempre più.
Arrivato a Roma mi reco al famoso binario uno....compagno di molti incontri...e trovo M. Laura che ci aspetta e subito dopo arrivano Sara, Adele, Roberto, Enzo e altri fans....
Posate le borse all'albergo ci dividiamo in due gruppi alla ricerca dell'albergo di Celine.........io ho girato con Sara ed Enrico............vi posso dire che Roma e grande...bella....e ha un fracco di alberghi....questo l'ho imparato grazie alla ricerca di Celine.....Vero Sara??? (ahahahaa).
Tornati alla sera in albergo senza risultati vado a dormire con la consapevolezza che il giorno dopo avrei visto Celine.
Mercoledi 3 Ottobre: Il grande giorno è arrivato......la mattina cerco di distrarmi girando per Roma...poi verso le undici e mezza torniamo (io ed Enrico) in stazione dove troviamo tutti gli altri....e poi via verso cinecittà......
dopo estenuanti e divertentissime prova ed attese varie...eccola in tutto il suo splendore arrivare agli studi di cinecittà....ovviamente parlo del marcedes di Celine...visto che lei si è vista di sfuggita parliamo della macchinina và!!!
Dopo una lunga attesa nella quale ci siamo conosciuti e abbiamo scherzato parecchio ecco che ci mettiamo in fila per aspettare Celine........il cuore batte a mille...l'ansia sale…ed ecco la macchina arrivare....Enzo (grazie mille..se nn avesse fermato la macchina chi avrebbe visto Celne??) chiede a Celine se può fermarsi e lei in tutto il suo splendore abbassa il finestrino e ci concede la sua presenza.....giusto il tempo di fare autografi e foto con tutti.
Finalmente eccola....li davanti a me..in tutta la sua bellezza....è stato il momento più bello della mia vita.........pure un bacio le ho dato.......lì ho capito che nulla è impossibile.......
Céline a Roma poi insieme ad Adele Luca e altri ci siamo fatti fare l'autografo pure da Rene (un pezzo di marmo si sarebbe mosso di più ma fa niente và!!!)....e poi eccola partire nel suo marcedes verso l’aeroporto.
la notte è stata dura addormentarsi...come si faceva a dormire dopo averla vista, toccata, baciata....
Céline a Roma giovedì 4 ottobre: ancora agitatissimo ed incredulo la prima cosa a cui ho pensato al risveglio è stata: "oddio l'ho vista"... La mattinata l'abbiamo passata tutti insieme a fare spese (ovviamente materiale Celinico no??).....poi purtroppo è arrivato il momento dei saluti...ed infine la partenza......ragazzi...si ritorna a casa.
Non ho parole per descrivere quello che ho provato.....la realizzazione di un sogno.......sensazione stupenda......... Sicuramente so cosa dire a chi ha permesso che questo accadesse.....GRAZIE DI TUTTO CUORE.....a Valentina, a tutti i nostri coordinatori (che con molta pazienza ci hanno seguiti e sopportati)...insomma a tutti...
lasciatemi dire un'altra cosa però...ragazzi, siete fantastici....siete dei grandi...mi sono divertito molto con voi....oltre alla realizzazione di un sogno ho trovato anche degli amici fantastici…non so come ringraziarvi........we raga mi mancate un saccooooooooo.

ciao da lele


L'incontro con Celine
Il racconto di M. Luca

Céline a Roma La giornata non è affatto cominciata bene: sia il pullman che mi porta da Modugno a Bari, sia il treno da Bari a Roma Termini hanno fatto ritardo, e ai poveri Lele e Enrico gli ho fatto mettere le radici alla stazione di Roma, nel mentre mi aspettavano.

Finalmente li incontro (qualche minuto dopo le 12.35 del giorno 02/10/2002) e, dopo una sosta in albergo e allo Spizzico in stazione per un veloce pranzo, prendiamo la metro che ci porta a Cinecittà. Il viaggio in metro è costellato dalla comicità dei miei due amici che mi raccontano le loro “avventure” con Sara, alla ricerca dell’albergo in cui avrebbe dovuto alloggiare la nostra Céline.

Non ho guardato l’ora, ma credo di essere arrivato, con Lele ed Enrico, all’entrata degli studi di Cinecittà intorno alle 15.00 e mentre raggiungevamo la “postazione” gia noto alcune persone conosciute sul forum…primo fra tutti noto Luciano dalle cui spalle spunta Enzo e poi la mia attenzione è attirata da una donnina dai capelli legati che andava da una parte all’altra del gruppo con una cartellina in mano…era Sara… ? ci avviciniamo al gruppetto ed Enzo è il primo ad accogliermi, seguono numerose presentazioni e io vado subito in crisi per la mia innata difficoltà di ricordarmi i nomi. Cmq il tempo trascorre in armonia e faccio nuove amicizie e mi vengono presentati tutti i coordinatori (Enzo, Ilaria, Sara e Maria Laura), mentre aspettiamo notizie da qualche anima pia da casa, e poco dopo ci viene detto che sul sito di Operazione Trionfo è prevista l’entrata in accademia da parte di Céline alle ore 17.00, pertanto, facendo un po’ di calcoli, Céline dovrebbe entrare a Cinecittà verso le 16.30…ha inizio la grande attesa.

Ore 16.30 e di Céline nemmeno l’ombra…
Ore 16.45, “ma quando arriva???”…
Ore 17.10, “secondo me va solo in accademia”…
Ore 17.45 le speranze si affievoliscono sempre di più e la lunga attesa si fa sentire…non è comodo restare per tanto tempo al sole e in piedi

Verso le 18.20 i nostri coordinatori vanno a parlare con alcune guardie di Cinecittà e dopo un 5 minuti li vediamo tornare e Sara, tutta sconvolta, ci dice: “Ragà, preparatevi che fra 5 minuti è qui!!!”…

La fila si ricompatta secondo gli “ordini” dati dai coordinatori, ciascuno nella sua posizione e, nel momento in cui ci avvertono che alcune Mercedes stanno arrivando, l’emozione si impadronisce di noi tutti…

Ore 18.30 circa, passa la prima Mercedes nera davanti noi, ma al suo interno Céline non c’era ma subito dopo passa la seconda Mercedes con Céline e il marito René al suo fianco…purtroppo non riesco a vedere Céline data la stazza del marito che mi copre la visuale, mentre spicca subito ai miei occhi la sua testa mezza pelata a forma di uovo di pasqua condita con occhiali da sole…?

Pazienza, aspetterò il ritorno di Céline (sperando che si fermi!!!).

Dopo nemmeno un paio di minuti, Enzo riceve una chiamata dalla sorella che lo avverte dell’entrata in Accademia di Céline, la quale sta già cantando con i ragazzi.

Dopo il passaggio delle Mercedes siamo al massimo dell’euforia e chi non ha visto Céline (come me) cerca di farsi raccontare come fosse da chi invece l’aveva vista…poi finalmente molti del gruppo vanno a fare la pappa ? mentre altri di noi rimangono fuori Cinecittà…

La serata prosegue in allegria, anche se a un certo punto sopraggiunge la notizia che Rossana Casale ha detto ai ragazzi che Céline doveva andare via e riprendere l’aereo…inutile raccontarvi la delusione mista a stupore…ma subito dopo ci tranquillizzano dicendo che lo spot annunciava ancora la presenza di Céline in “trasmissione” e quindi non se ne poteva andare via…ma il nostro senso di tranquillità viene ancora turbato da un’improvvisa uscita della “Mercedes nera” con a bordo il nostro “saccottino” René…ci fiondiamo verso l’uscita ma di Céline nemmeno l’ombra, così Enzo ci dice che René ha mollato la sua bella mogliettina per andare a fare la pappa…

E il “Céline’s Maniacs Group show” continua ad andare avanti fra le battute di Lele, Enrico ed Enzo ed altri sul mitico Renéuccio… le amicizie si stringono, ci sono alcune mie confessioni a Lele e Maria Laura e il loro supporto mi aiuta molto (tutto questo mentre Enzo riprende gli altri che cantano non ricordo cosa - era una canzone di Céline però ?)!!!

Oramai è sera e verso le 21.20 ci giunge voce che stanno per presentare Céline in trasmissione e i nostri animi toccano le vette alte della montagna dell’emozione in un solo nanosecondo!!! “tutti in fila, miraccomando fate i bravi” – la nostra Sara non si stancava mai di ripetercelo!!! ?

Ora sorgeva un piccolo grande dubbio, dove e come potevamo fermare Céline per farci firmare gli autografi??? Per nostra fortuna c’erano i coordinatori e Enzo e Sara convinsero le guardie a farci sostare nell’atrio, prima dell’uscita dagli studi di Cinecittà e così pian pianino, tutti in fila come bravi scolari in gita, siamo entrati nell’atrio di Cinecittà e abbiamo cominciato ad aspettare l’arrivo di Céline Dion. Enzo aveva il grandissimo compito di buttarsi sotto la Mercedes per bloccarla e se sopravviveva all’impatto ? doveva parlare a Cély e chiederle se poteva essere gentile con noi e firmare na roba come 40 autografi.

Verso le 9.45 giunge voce che Céline ha lasciato la trasmissione e che è quindi imminente il suo arrivo da noi … infatti dopo nemmeno 5 minuti di estenuante attesa ecco la macchina con a bordo Céline… Enzo per fortuna non viene investito ? e riesce a parlare con Céline che appare da finestrino come una visione angelica!!! dopo aver spiegato la situazione, Céline comincia a firmare gli autografi e il primo fortunato è il nostro Enzino (poraccio ha rischiato la vita per fermare la macchina e per pregare Cély di fermarsi, quindi chi meglio di lui poteva aprire “la danza” degli autografi!!!)…

Ero imbambolato e pietrificato…ero il 3 della fila ma non so chi mi è passato davanti e quindi so diventato il quarto e giunto il mio momento dell’autografo mi sono avvicinato alla macchina di Céline non smettendo mai di guardare la mia bella. Arrivo e le porgo la foto da firmare e la saluto: “hi Céline, how are U?” e lei, “Hi, I’m fine thank you” e nel frattempo comincia a firmare la mia foto e io ero sul punto di collassate…è accaduto tutto così velocemente ma tanto emozionante…

Céline a Roma Mentre mi restituiva la foto autografata ho iniziato a parlarle e lei, dopo avermi dato la foto, mi guarda dritto negli okki con quel suo sguardo dolce che scioglierebbe anche il più duro dei cuori e mi risponde con voce setosa “oooooohhhhhhhhhh Thank you”, credetemi io ero sul punto di svenire, ma lei mi porge la mano e io la prendo nella mia sentendone il calore (era come toccare del velluto…WOW) e le dico “Thank you too Céline!” e porto la sua mano alla mia bocca e qui parte il mio primo baciamano in assoluto (ragazzi che onore, il primo baciamano!!! e a chi l’ho fatto??? Mio Dio non ci posso ancora credere!!!) lei mi guarda ancora e sorridendomi mi dice “Bye”…

Mi faccio restituire la macchina fotografica da Flavia (che non è riuscita a scattarmi la foto con Céline – pazienza ) e comincio a scattare foto a ripetizione lasciando spazio agli altri per avvicinarsi a Céline, ma il mio “lavoro di fotografo provetto” era ostacolato un po’ dalle guardie di Cinecittà, un po’ dalla bodyguard di Céline e un po’ dai compagni che si ammassavano per vedere e fotografare la nostra diva. Una delle guardie di Cinecittà vedendomi in difficoltà mi ha detto vai dall’altro lato, così pian pianino io e Adele e altri ragazzi ci siamo spostati dall’altro lato della macchina e la dolce Adele mi dice “Luca chiediamo a René se ci firma gli autografi??” e io le rispondo “Proviamoci”. Nel frattempo scatto un’ultima foto e poi riprendo la foto autografata da Céline.

Céline and Renè Adele prova a bussare al finestrino di René, ma la sua è stata una “bussata delicata e un po’ timorosa” al che io rinforzo i colpi di Adele unendo i miei, decisamente più “incisivi” e gridando “René, could you sign this?”, mostrando la foto…

Il “saccottino”, si gira molto lentamente verso noi e con fare quasi scocciato apre il finestrino (sempre lentamente) e prende la foto di Adele, gli viene dato anche un pennarello, ma lo restituisce al “mittente” sempre con calma (troppa…) ed estrae il suo…pennarello (che avevate capito !!!) e comincia a firmare anche lui gli autografi senza proferire na parola… (un morto era certamente più allegro di René)!!! Dopo averlo ringraziato ricomincio a fare foto e ad un certo punto mi accorgo del nostro povero Enzo che cercava di effettuare delle riprese, ma i compagni e soprattutto la bodyguard lo spingevano via, così lo chiamo e lo faccio venire dall’altra parte della macchina, dove c’ero io e altri…

Céline firma autografi Beh, vogliamo fare un confronto??? Céline disponibilissima e sorridente con tutti, René impassibile, non ha fatto manco un sorriso e sembrava al quanto scocciato di tutto.

Cmq dopo aver scattato tante foto, firmato autografi per tutti Céline ci lascia salutandoci tutti!!!

Ci raduniamo tutti davanti l’entrata di Cinecittà e ringraziamo i coordinatori per l’impegno messo e per averci fatto realizzare il sogno più bello che si chiama Céline Dion… tutti emozionantissimi, nessuno ancora credeva di aver conosciuto di persona quella fantastica donna …WOWOWOW

Non solo ho realizzato il mio sogno, ma ho vissuto 2 giorni di pura follia, divertimento e amicizia allo stato puro!!! ho conosciuto e apprezzato questo gruppo di maniaci di Céline e non potrò mai dimenticare il tempo passato insieme…

Sono le 18.14 del giorno 05/10/2002 e scrivo le ultime righe di questo racconto con tanta tristezza nel cuore perché mi mancate tutti compagni miei!!! Dobbiamo assolutamente rivederci!!! Mi mancate tanto!!! Grazie per il bel tempo passato insieme!!!

Un bacione e un abbraccio,

M. Luca




Indietro




Home
Copyright © 2000 Celine's maniacs
All Rights Reserved. | Tutti i diritti riservati.
Mail: celman@katamail.com