Notizie

Biografia

Discografia

Tournée Mondiale

Multimedia

A New Day...

Scansioni




Biografia

Céline Dion nasce a Charlemagne, nella periferia di Montréal in Québec, il 30 marzo 1968 alle 12:30; il suo peso supera di poco i 3 chili. I suoi genitori, Adhèmar Dion (2 marzo 1923 - 31 Novembre 2003) e Thérèse Tanguy (20 marzo 1927) si sposano il 20 giugno 1945 e danno alla luce 13 figli: Denise, Clément, Claudette, Liette, Michel,

Louise, Jacques, Daniel, Ghislaine, Linda, Manon e i gemelli Paul e Pauline che nei loro progetti sarebbero dovuti essere gli ultimi della dinastia Dion. Invece a distanza di 6 anni nasce lei, "l'incidente della famiglia" come racconta spesso la stessa Celine, che deve il suo nome alla canzone "Céline" di Hughes Aufray che la madre ascoltava spesso durante la gravidanza. A 5 anni, dopo aver cantato con

...............................................................................................................................................................................................

successo Du fils, des aiguilles et du coton e Mamy Blue al matrimonio del fratello Michel celebrato il 18/8/1973, decide di voler fare la cantante e da quel giorno inizia ripeterlo sempre più spesso alla madre ed a tutto il resto della sua numerosa famiglia in cui la musica regna sovrana.

Le sue influenze musicali sono varie; in casa Dion si ascoltano Janis Joplin, Jimmy Hendrix, i Beatles, Aretha Franklin, I Doors, Barbra Streisand senza tralasciare la musica popolare e la cantante più famosa in Québec, Ginette Reno.
Celine adora ascoltare i suoi fratelli suonare e cantare e spesso si addormenta sulle panche del locale in cui si esibiscono.

A scuola è una bambina distratta, svogliata, spesso assente cosa che fa sorgere dubbi riguardo un eventuale maltrattamento tra le mura domestiche. Per questo viene inviata a casa Dion un'assistente sociale, ma il suo sopralluogo ha esiti negativi. La "malattia" di Celine si chiama musica, lei ama nient'altro che la musica, questo è l'unico motivo per cui si assenta, sognante durante le lezioni.

Le sue prime esibizioni dal vivo avvengono a "Le vieux Baril" di cui la famiglia Dion è proprietaria ed in cui si esibiscono già altri componenti della famiglia riuniti in un gruppo chiamato "A. Dion et son ensamble". Un'altra parte della famiglia forma un gruppo chiamato "D si D" di cui Celine segue le vicissitudini artistiche da fan accanita. Poi il fratello Michel mette insieme un altro gruppo i Show, che conoscerà un discreto successo.

Ma il vero inizio dell'avventura di Celine nella canzone avviene nel 1981, quando nella cucina di casa sua madre, Thérèse ed uno dei suoi figli, Jacques, compongono la prima canzone originale per Celine, Ce n'était qu'un reve. La canzone, più altre 2, viene registrata alla meno peggio su una cassetta e spedita a René Angélil (16/1/1942), fino a poco tempo prima manager di Ginette Reno. La Reno, una sorta d'istituzione in Québec, gli aveva dato da poco il benservito per sostituirlo con quello che poi diventerà suo marito, e Angélil, ad un passo dal fallimento della sua casa di produzione, si appresta a chiudere la sua attività e a riprendere i suoi studi di Diritto. Passati un po' di giorni che a casa Dion non ricevevano risposta, Michel decide di chiamare Angélil; gli spiega che gli avevano spedito una cassetta, che sicuramente non l'aveva ascoltata perché altrimenti l'avrebbe sicuramente richiamato immediatamente. René risponde che effettivamente non aveva ascoltato la cassetta, ma che l'avrebbe fatto al più presto.

Dopo un po’ di esitazione ascolta, nel silenzio del suo studio, il demo e ne resta folgorato; incredulo per l'età della cantante, 12 anni, decide di convocarla nel suo studio per il pomeriggio dello stesso giorno. Così Celine e sua madre si presentano nello studio di Angélil che, senza perdere tempo ed in maniera decisa, chiede alla ragazzina di cantare. Lei gli risponde, un po' intimidita, che è abituata a cantare con un microfono e in pubblico; allora lui le tende la penna che porta nel taschino della giacca e le dice di immaginare di cantare alla Place des Arts, la più grande sala da concerto del Quèbec.

Passano pochi secondi e quella ragazzina impacciata e titubante inizia a cantare con una padronanza disarmante Ce n'était qu'un reve; canta come se di fronte a lei ci fosse un pubblico vero e proprio lasciando René senza fiato e in lacrime per l'emozione. "Le assicuro che entro 5 anni sua figlia diventerà una vedette in Quèbec e in Francia", dice alla madre di Celine ritrovando di colpo quell'entusiasmo che aveva perso dopo la vicenda con la Reno. René è un giocatore e sente di avere una carta vincente tra le mani e allora decide di fare le cose in grande; chiama Eddy Marnay, uno dei più importanti autori di canzoni e gli fa ascoltare Celine. Anche quest'ultimo resta stupito dall'emozione che trasmette la sua voce e quasi di getto le scrive una canzone: La voix du bon Dieu e si mette al lavoro per le altre.

Angélil intanto smuove mari e monti, mette in moto tutte le sue conoscenze e il 19 giugno 1981, nella trasmissione del famoso conduttore canadese Michel Jasmin, Celine fa la sua prima apparizione tv. Nello stesso giorno esce il 45 giri di Ce n'était qu'un reve.
Durante l'estate del 1981 Celine canta allo stadio Olimpico di Montréal, per diverse volte, gli inni nazionali del Canada e degli U.S.A. prima di alcuni match di baseball.
Mentre la "petite québecoise" inizia a racimolare consensi, René prosegue a tessere la sua tela mettendo in cantiere progetti su progetti. Chiede ad Eddy Marnay di scrivere contemporaneamente alle canzoni che sta componendo altre per un album natalizio. Per fare questo servono dei soldi che nessuno è pronto ad anticipare per produrre una dodicenne. René allora ipoteca la casa in cui vive con la sua seconda moglie, Anne-Renée, e i due figli avuti da lei, Jean-Pierre (23/3/1974) e Anne-Marie (12/6/1977). Il primogenito, Patrick (28/1/1968) vive, con la sua prima moglie, Denise.

La voix du bon DieuIl 9 novembre, con un lancio degno di una grande star, esce il primo album La voix du bon Dieu composto da 9 canzoni interamente scritte da Eddy Marnay.

Celine Dion chante Noel Tre settimane più tardi esce Celine Dion chante Noel. Entrambe gli album vendono svariate centinaia di copie ed il nome di Celine si fa sempre più avanti in Quèbec.

Tellement j'ai d'amour Il terzo album Tellement j'ai d'amour, composto da 9 canzoni, esce nell'autunno del 1982. La canzone guida dell'album, Tellement j'ai d'amour pour toi viene scelta per partecipare, in rappresentanza della Francia, al 13° Festival internazionale Yamaha a Tokyo. Celine batte la concorrenza degli altri 30 finalisti e di fronte a 12000 persone presenti in sala e 115 milioni di fronte alla tv vince la medaglia d'oro. Inoltre l'orchestra di 58 elementi, impressionata dalla sua performance, le attribuisce un premio speciale: il premio dei musicisti.
Nel gennaio 1983 Celine rappresenta il Canada al Super Gala RTL all'interno del MIDEM festival di Cannes e trionfa con D'amour où D'amitié. A quella sua esibizione assiste un giovane autore sconosciuto J.J. Goldman. Dopo la vittoria al Super Gala RTL partecipa alla più importante trasmissione francese "Champs Elysées" il cui presentatore, Michel Drucker, diventerà il suo mentore in Francia. Ritornata a casa Celine si esibisce varie volte dal vivo ed ogni volta è un vero e proprio trionfo, la gente resta esterrefatta dalla sua voce potente e dalla maniera in cui la sa gestire.

Du soleil au coeur In Francia esce Du soleil au coeur che è un collage dei suoi primi tre album canadesi; ed è subito un successo! Con D'amour où D'amitié è la prima artista canadese a vincere un disco d'oro in Francia. Oltre 700000 copie!

Chants et Contes de Noel E' un anno ricco di uscite discografiche il 1983!
Primo fra tutti il secondo disco natalizio Chants et Contes de Noel che contiene 7 canzoni tra cui Un enfant canzone di J.Brel, tre canzoni del primo album natalizio e tre inedite. Inizia la lunga sequela di premi: il 7 settembre Michel Jasmin le consegna due dischi d'oro: uno per la vendita di 100000 copie di Tellement j'ai d'amour pour toi in Quèbec e l'altro per la vendita di 50000 esemplari di D'amour où D'amitié in Quèbec e in Francia.

Les chemins de ma maison Lo stesso giorno esce in contemporanea a Parigi e a Montréal il quarto album Les chemins de ma maison, composto da 10 canzoni.
L'anno finisce trionfalmente con l'attribuzione di 4 Felix Awards. All'inizio del 1984 Celine segue dei corsi di tedesco alla Berlitz per registrare le versioni in tedesco di D'amour où D'amitié e di Mon ami m'a quittèe. Ma l'operazione non ha il successo sperato. Si prepara intanto un nuovo album scritto sempre da Eddy Marnay che oramai vive una sorta di simbiosi con Celine della quale vuol capire pensieri e sentimenti per poterle scrivere delle canzoni che possa sentire e che la possano rappresentare.
Celine da parte sua sta vivendo la fase critica dell'adolescenza; non si piace, flirta senza troppa convinzione con un certo Silvayn, ma la sua vita è cantare, è l'unica cosa che la fa sentire veramente felice, bella! A Silvayn dirà presto addio per concentrarsi solo ed esclusivamente sulla sua carriera.

Mélanie A fine agosto esce Mélanie che prima di dicembre è già disco d'oro.
Vince due Felix Awards per Les chemins de ma maison.
Celine e il Papa Viene scelta in rappresentanza della gioventù canadese per la venuta del Papa allo Stadio olimpico e canta di fronte al Santo Padre e a 65000 suoi coetanei Une Colombe riscuotendo un'ovazione degna delle grandi star.
La sua partecipazione nel periodo che va dal 6/11 al 9/12 alla prima parte dello spettacolo di P. Sebastien a L'Olympia di Parigi rientra nella strategia di conquista della Francia. Ma anche se non riscuote un gran successo riceve buone critiche e le serve per farsi le cosiddette ossa.

Les oiseaux du bonheur Sempre in Francia esce un secondo album, Les oiseaux du bonheur con 10 canzoni. Ovvero un ennesimo collage delle sue canzoni uscite in Québec più tre canzoni inedite: Paul et Virginie, Les oiseaux du bonheur e L'Hymne à l'amitié.

Les plus grands succès de Celine Dion Celine è precoce in tutto! Ha solo 16 anni quando esce il suo primo album di raccolta di successi, Les plus grands succès de Celine Dion, Celine e Karine cui parte del ricavato va all'Associazione di ricerca contro la fibrosi cistica di cui Celine è madrina vivendo da vicino il dramma di questa terribile malattia genetica da cui è affetta dalla nascita sua nipote Karine, figlia di Liette.
René continua ad investire fortemente su Celine, crede veramente in lei e nelle sue possibilità ed i fatti gli danno sempre più ragione.
Mélanie viene certificato disco di platino, 100.000 copie.
A gennaio parte una tournèe in Québec di 36 date in 25 città, un vero tour de force che costringe René lontano da casa per lunghi periodi; la cosa ha effetti devastanti sulla sua vita di coppia. Di fatti, a febbraio, Anne-Renée va via di casa lasciandolo solo con i due figli, per lui è un vero e proprio colpo al suo orgoglio. Ma intanto i successi della sua "stellina" non cessano a venire; infatti Celine in quell'anno vince 5 Felix Awards per l'album Mélanie, fonda insieme allo stesso René una casa di produzione, Les Feelings productions Inc., canta per 3 sere consecutive 31/1/2-giugno alla Place des Arts con un'enorme successo e tre SOLD OUT consecutivi!!!
Le cose tra René e Anne-Renée sembrano aggiustarsi; infatti lei torna a casa ma la vita di coppia oramai è invivibile: litigi continui e discussioni la portano a chiedere il divorzio e ad ottenere la custodia dei figli che comunque René continua a vedere con una certa regolarità.
Ma per René è un momento di grossa crisi. La carriera di Celine prosegue a vele spiegate ed esce un nuovo album C'est pour toi composto da 10 canzoni in cui Eddy Marnay racconta, intuendo i suoi sentimenti, una Celine innamorata, di un amore appena nato non corrisposto, non compreso forse.
Quell'amore ha un nome: René! Celine è innamorata follemente di lui e chi le sta vicino lo vede chiaramente. Ma si pensa ad una cotta passeggera, un invaghimento dovuto al carisma del pigmalione, dell'uomo maturo.

Celine Dion en concert Tratto dal concerto del 31/5/1985 alla Place des Arts, esce Celine Dion en concert, in cui Celine interpreta alcuni dei suoi successi ma anche omaggi ad autori come Felix Leclerc e Michel Legrand, la Boheme di Bizet e un paio di canzoni in inglese.

Opération Beurre de Pinottes (Peanut Butter Solution) Esce un altro disco, la prima colonna sonora della sua carriera, Opération Beurre de Pinottes (Peanut Butter Solution). Le canzoni passano quasi totalmente inosservate, della canzone Listen to a magic man viene tratto il primo video della carriera di Celine. Tutto sembra andare per il meglio ma René, turbato dalle sue vicende famigliari e da quella ragazzina per la quale inizia a sentire qualcosa, decide di farle prendere un anno sabbatico e scappa a Las Vegas con i suoi compagni di Black Jack.
Durante questo lungo periodo Celine ne approfitta per dare una sistemata alla sua dentizione e per rinnovare il suo look da "ragazzina povera e maltrattata" come lo autodefinisce lei. Inoltre studia dalle 9 alle 17 inglese alla Berlitz in un corso intensivo. In questo periodo avviene una tappa fondamentale per la sua carriera: il passaggio dalla TBS alla CBS , futura Sony Music, per la quale, a febbraio registra, un nuovo album.

Incognito Il 2 aprile 1987 esce Incognito che oltre al solito Eddy Marnay vede altri autori tra cui Luc Plamandon e Isa Minoke. L'album è composto da 8 canzoni ed il disco ha diverse versioni a seconda del mercato a cui è destinato. All'interno si trova una Celine più aggressiva che canta un amore meno platonico, passionale, cercato a tutti i costi.
Anche il suo look è completamente stravolto rispetto all'ultima apparizione, adesso è un'adolescente che inizia a capire cosa vuole dalla sua vita.
Il 1988 parte subito con un grande tournèe in Québec durante la quale sono previste ben 42 serate consecutive la teatro StDenis!
Celine viene chiamata a rappresentare la Svizzera alla 33 edizione dell'Eurofestival con la canzone Ne partez pas sans moi.

La copertina del singolo Ne partez pas sans moi Il Festival si svolge a Dublino il 30/4/1988, Celine canta 'Ne partez pas sans moi' e batte la concorrenza di tutti gli altri finalisti e si aggiudica il premio della prima classificata con 137 voti contro 136 della seconda, un trionfo bagnato dalle lacrime di rito.
La sera stessa Celine e René, dopo mille titubanze da parte di quest'ultimo, si dichiarano i reciproci sentimenti e si scoprono innamorati; per lei è una sorta di liberazione, per lui l'inizio di un periodo si felice, ma costellato da mille problemi dovuti al divario di età, 26 anni!
La canzone trionfatrice dell'Eurofestival sbanca anche il mercato discografico francese e vende ben 500000.
La sua popolarità in Europa costringe Celine a girare il vecchio continente in lungo e largo con un fitto calendario che la impegna praticamente tutti i giorni fino al 23/5, quando torna finalmente a casa dove fioccano altri premi: altri 4 Felix Awards. La sua immagine di giovane vincente inizia ad interessare le Majors ed una di esse, la Chrysler motors, le fa un contratto milionario affinché pubblicizzi il loro marchio.
Ma Celine e René hanno un progetto ambizioso: conquistare il Canada anglofono e gli U.S.A.! Per fare questo affidano la produzione del nuovo album, il primo in inglese, a 3 mostri sacri della discografia: David Foster, Christopher Neil e Andy Goldman.
Nei primi mesi dell'anno si trasferiscono a Los Angeles, al Malibu Inn e a marzo Celine registra, al Chartmaker Studio, la prima canzone Love by another name. Molti personaggi famosi, produttori, discografici, cantanti vengono a vederla mentre registra e rimangono tutti molto impressionati dalla sua padronanza non consona per la sua età e dalla sua facilità nell'interpretare canzoni di diversi generi.
In questo periodo registra anche due duetti: Can't live with you can't live without you con B.N. Davies e Whishful Thinking con Dan Hill.
Entrambe le canzoni non vengono pubblicate sul suo album ma sui rispettivi album dei due cantanti..
In estate vola a Londra per registrare Where does my heart beat now con alla produzione C.Neil il quale rimane completamente esterrefatto dalla velocità e dalla bravura con la quale Celine, in appena mezz'ora, riesce a registrare la canzone.
Come prevede il cerimoniale il 6/5/1989 Celine consegna il premio alla canzone prima classificata della 34 edizione dell'Eurofestival e nell'occasione presenta per la prima volta una canzone in inglese, Have a heart, versione tradotta in inglese di Partout je te vois presente in Incognito.

Unison Il 1990 è l'anno della scommessa anglofona della "petite québecoise".
Il 2 aprile 1990 al Metropolis di Montréal lancia Unison, un disco composto da 10 canzoni completamente in lnglese. Celine ha un look più aggressivo ulteriormente rinnovato dai tempi di Lolita.
L'album raggiunge un enorme successo piazzandosi ai primi posti della classifica americana Billboard il singolo Where does my heart beat now e permette a Celine di partecipare per la prima volta ad una trasmissione made in U.S.A., il 21/8/1990 al Tonight show.
Ma è un anno pieno di polemiche per il rifiuto da parte di Celine, durante la serata dei Felix Awards, di ricevere il premio come migliore cantante anglofona. Si dichiara semplicemente un'artista francese che canta in inglese. Le polemiche si scatenano per il vecchio, annoso problema della richiesta d'indipendenza da parte del Québec dal Canada; per cui gli indipendentisti tentano di sfruttare questa sua presa di posizione a loro vantaggio mentre lo schieramento opposto critica il suo gesto. Dopo un attimo di smarrimento la questione si risolve senza ulteriori strascichi e comunque Celine in un certo senso vince visto che la categoria viene rimpiazzata con un'altra effettivamente più consona.
Ma il giorno più brutto per Celine e il suo entourage è sicuramente il 18/10 quando di colpo perde la voce durante un concerto a Sherbrooke. Si teme per il peggio, si parla di carriera finita ma il dottore che la visita, lo stesso di Pavarotti, le dice che se vuole continuare a cantare deve osservare 3 settimane di assoluto silenzio e poi ricominciare piano piano. "Non avevo altra scelta! Non è una di quelle cose su cui si può riflettere! Cantare è tutta la mia vita e cosi ho fatto! 3 settimane di assoluto silenzio..... ed è stato il periodo più felice per Rène"! racconta Celine quando ricorda quell'episodio.
Passate le tre settimane riprende l'attività con parsimonia e da quel giorno segue dei rigidi dettami per far si che l'evento non si ripeta: silenzio totale nei giorni di riposo quando è in tournèe, riscaldamento delle corde vocali quotidiano di durata variabile a seconda degli eventi a cui deve partecipare, niente fumo attivo ne passivo e mille altre piccole cose per essere sempre al meglio delle sue condizioni. Con questa routine rigida rinuncia praticamente a tutti i mille svaghi di cui lo showbusinnes è intriso.

Celine in Des fleurs sur la neige Il 7 marzo va in onda la mini serie di 4 puntate intitolata Des fleurs sur la neige, che è stata registrata nell'anno precedente, in cui Celine interpreta un ruolo altamente drammatico e che l'ha vista talmente tanto impegnata fisicamente e psicologicamente da farle rischiare la vita in un incidente stradale. Di ritorno dal set Celine alla guida della sua macchina, si addormenta e va finire in un fosso ma ne esce miracolosamente illesa.

Voices that care A febbraio prende parte, insieme ad altri artisti, coordinati da D.Foster, al progetto Voices that care che nasce a sostegno delle truppe impegnate nella guerra del Golfo. La canzone e il video non hanno molto successo per il fatto che la guerra finisce presto. Durante il mese stesso presenta insieme a Will Smith, in maniera ironica, agli American Music Awards, il premio per il miglior gruppo Heavy Metal o Hard Rock.
Intanto Where does my heart beat now scala posti nel Billboard e si attesta in quarta posizione.
Nel 1991 vince 2 Juno Awards e 2 Felix Awards, tra il 19/5 e il 4/8 si esibisce 37 volte dal vivo in 25 città diverse del Canada.
Il 19/6 festeggia i suoi dieci anni di carriera con un grande concerto al Forum di Montréal. Grazie al successo di Unison inizia ad essere richiesta anche dal Canada anglofono; infatti, dopo essersi esibita per il Papa, canta al Centro Nazionale delle arti di Ottawa per il Principe Carlo e Ladi Di con la quale si intrattiene, amichevolmente e piacevolmente, parlando di moda e altro.
Ma gli imprevisti nel mondo dello showbusiness sono all'ordine del giorno: W.Jennings e J. Horner sono alla ricerca disperata di una cantate che accetti di cantare la canzone Dreams to dream che fa parte del film prodotto da S.Spielberg, Fievel sbarca in America. Altre cantanti hanno rifiutato la canzone, Celine no, ama quel motivo e ne fa un demo che trova il consenso entusiastico da parte di Spielberg. Evidentemente anche la cantante Linda Ronstadt, dopo aver ascoltato il demo di Celine ci ripensa sottraendole, per volere dello stesso Spielberg che la preferiva in partenza, la canzone.
Celine è depressa, René non si dà pace. Una chiamata della Disney risolve tutto: vogliono che Celine canti, insieme a Peabo Bryson, la canzone tema conduttore del loro prossimo cartone animato La bella e la bestia.

Dion chante Plamandon L'attività di Celine è frenetica e non ammette alcun tipo di riposo o di svago; a Parigi inizia la registrazione delle otto canzoni del nuovo album: Dion chante Plamandon, il quale, ancora prima di uscire, il 4/11, è certificato disco d'oro grazie alle prenotazioni. In Francia esce con il titolo Des mots qui sonnent e contiene due canzoni in più: Piaf chanterait du Rock e Je besoin d'un chum.
La canzone Ziggy ha in Francia un successo senza precedenti e domina per lungo tempo tutte le classifiche in cui è presente.
La scalata al successo prosegue inesorabile anche negli U.S.A.: dopo aver presentato l'anno precedente gli American Music Awards Celine ci si esibisce attirando su di se critiche positive e il consenso del pubblico.

Celine Dion Celine e Peabo Bryson L'apoteosi avviene il 30/3/1992 con la vittoria dell'Oscar per la canzone Beauty and the Beast e il contemporaneo lancio, nello stesso giorno, del secondo album in inglese Celine Dion che contiene 14 canzoni scritte da grandissimi autori tra cui Diane Warren, Prince, Walter Afanasieff.
Celine e René sono al settimo cielo, quello per cui avevano lottato da anni finalmente è alla loro portata.
Un evento tragico è però alle porte. Il 29 aprile, mentre sono a Los Angeles, René è colpito da un improvviso attacco cardiaco; la prontezza di spirito di Celine ed una buona stella permettono a René di uscirne con il minimo danno, un po' di riposo forzato. Per Celine è una forte presa di coscienza ed una conferma dell'amore che prova per René.
Arriva l'estate e Celine prende parte alla tournèe americana di M.Bolton, 25 date in un mese, di cui fa la prima parte dello spettacolo dimostrando di essere un animale da palcoscenico e lasciando il pubblico accorso a vedere il divo M.Bolton piacevolmente sorpreso. La trottola Celine è inarrestabile, passa dalla tournèe con Bolton alla sua personale in Québec senza il minimo giorno di riposo, un vera stacanovista!!!
Durante l'anno Celine partecipa sempre più frequentemente a trasmissioni americane, canadesi, francesi ecc; insomma la sua popolarità assume sempre più l'aspetto internazionale. Ma la sua vita privata la turba, non sopporta più il peso della menzogna, quella di non poter dire che è innamorata, di chi è innamorata.
La cosa le pesa a tal punto che durante una trasmissione canadese scoppia in lacrime; non riesce a tenere il segreto in toto e racconta di essere innamorata di un uomo di cui non può dire niente, tantomeno il nome, perché altrimenti rischierebbe di compromettere la sua carriera. Ormai René, che sostiene la teoria della relazione da mantenere segreta, è alle strette vede che Celine soffre troppo per mantenere questo segreto e che piano piano sta cedendo.
Il 1993 inizia trionfalmente: la vittoria del Grammy per Beauty and the Beast, la chiamata alla Casa Bianca per cantare in onore dell'insediamento di Clinton, la conduzione e la vittoria di 4 Juno Awards. Se la carriera va spedita come un treno anche per la vita privata arriva la svolta: la sera del 30 marzo, giorno del suo 25 compleanno, René le regala l'anello di fidanzamento e s'inizia a progettare il matrimonio. Ma nella vita di Celine ad un evento felice si collega quasi sempre uno tragico e viceversa; il 3 maggio dello stesso anno muore tra le sue braccia Karine, ha solamente 16 anni. Questo episodio la segna molto e la porta ad intensificare il suo lavoro di madrina per l'associazione contro la fibrosi cistica.

The colour of my love Il terzo drastico cambiamento del suo look che avviene proprio quest'anno si deve ad un parrucchiere della Quinta strada a New York: Frédérick Fekkai.
Taglio di capelli nuovo, album nuovo: l'8 novembre al Metropolis di Montréal presenta il suo terzo album in inglese, The colour of my love. Durante la lunga presentazione, la conferenza stampa con centinaia d'invitati e pubblico delirante all'esterno del teatro, canta 7 canzoni delle 15 contenute nell'album. E' il giorno in cui finalmente dichiara pubblicamente il suo amore per René e la loro intenzione di sposarsi al più presto. La reazione tanto temuta della gente è più che positiva, applausi e incoraggiamenti partono dalla folla festante.

When I fall in love Prima della fine dell'anno registra in duetto con Clive Griffin, la celebre When I fall in love colonna sonora del film Sleepless in Seattle (Insonnia D'amore).
I suoi impegni si moltiplicano incessantemente, ormai nulla la può più fermare: è una donna di successo libera di parlare e di vivere apertamente la sua storia d'amore con René.
The colour of my love è un successo senza precedenti: a febbraio è già 6 volte disco di platino in Canada, ha venduto milioni di copie negli U.S.A. e la Sony decide distribuirlo anche in Europa.
Intanto Celine parte per l'ennesima tournèe di spettacoli in Québec: 30 concerti in 18 città, tutti sold out con un entusiasmo sempre maggiore da parte di vere e proprie orde di fans. Dal 21/4 al 6/5 parte per il Giappone e canta con l'orchestra sinfonica di Tokyo diretta da David Foster. Il suo successo planetario le vale un'altra candidatura a Grammy con When I fall in love e un'altra tournèe estiva con M. Bolton dal 8/6 al 27/8, durante la quale, il 18/8, Celine e René annunciano il loro matrimonio.
Per la sua maniera di saper dialogare e divertire il pubblico con una serie infinita di aneddoti, è l'ospite preferito di molti tra i più importanti conduttori tv del mondo.
A fine estate The colour of my love è 13 volte disco di platino, disco di platino in Corea, Malesia. Disco d'oro in Francia, Giappone, Indonesia, Hong kong, Nuova Zelanda. 1000000 di copie in Canada, 2500000 negli U.S.A. . Le richieste per sue performance live vengono da ogni parte del mondo, Celine e René scelgono la via Europea. La tournèe inizia il 27/9 da Parigi nel mitico Olympia.
In questa occasione J.J. Goldman l'invita nel suo studio e gli fa ascoltare 8 canzoni da lui scritte appositamente per Celine; lei e René rimangono senza parole per l'intensità dei testi e la bellezza delle canzoni e decidono di interrompere la serie dei dischi in inglese con un album in francese di cui, il 3/11 allo studio Mega di Parigi, inizia la registrazione.

Celine Dion a l Il successo di Celine non conosce limiti e il cd Celine Dion a L'Olympia è certificato disco di platino lo stesso giorno in cui esce il 24/11.
Gli altri album continuano a raccogliere consensi: Unson è certificato 6 volte disco di platino, Celine Dion 7 volte disco di platino, Dion chante Plamandon 2 volte disco di platino.

Il matrimonio L'anno si conclude in bellezza con il matrimonio di Celine e René celebrato alla basilica di Notre-Dame a Montréal di fronte a 500 invitati. Al matrimonio sono presenti i parenti più stretti della coppia e alcuni amici del mondo dello showbusiness tipo David Foster e consorte. Finalmente Celine corona il suo sogno e va all'altare come aveva sognato con un abito da principessa e un matrimonio da favola.
In pieno viaggio di nozze, che sta trascorrendo insieme a René nella loro casa di Miami, Celine si vede costretta a partecipare a Top of the pops, la più importante trasmissione televisiva inglese, per il successo che sta riscuotendo Think twice.
In Inghilterra, l'unico paese non ancora abbattuto dalla "corazzata Dion", batte il record di presenza contemporaneamente al primo posto sia nella classifica dei singoli che in quella dell'album per 5 settimane consecutive. Il precedente record di 4 settimane apparteneva ai Beatles!

D'Eux Arriva finalmente il momento di lanciare l'album in francese: il 28 maggio alle ore 19:30 nello studio 24 di Radio Canada, Celine lancia sul mercato mondiale D'Eux, composto da 12 canzoni tutte scritte appositamente per lei dall'autore francese J.J.Goldman. Pour que tu m'aimes encore diviene subito un hit; particolarmente suggestiva è Vole scritta in onore di Karine. Il disco diverrà l'album francofono della storia più venduto di sempre, oltre 6500000 di copie. Uscirà anche in America con i titolo The french album riscuotendo un buon successo!!!
Nello stesso giorno dà anche il via alla sua prima grande tournèe europea con 50 concerti in 2 mesi, in 20 città e 11 paesi diversi, in sale che contengono dalle 6000 alle 16000 persone. Una vera sfida!

Live à Paris Durante questo tour nelle due date di Parigi il 24 e 25 ottobre è prevista la registrazione di un album live, ma Celine perde la voce e la serata del 24 è annullata. Si teme di non poter rispettare la scadenza, ma le sfide sono la benzina per "l'usignolo del Québec" ed il giorno dopo sfodera una prestazione straordinaria da cui nasce Live à Paris che uscirà nel 1996.
Ai mille premi ricevuti da Celine mancano solo le onorificenze di Stato che di solito vengono attribuite a personalità di spicco della cultura; a gennaio riceve la medaglia di Cavaliere delle arti e delle lettere dal Ministro della cultura francese.

Falling into you Anche quest'ultima barriera è abbattuta e "l'usignolo" svolazza felice da un continente all'altro, da un premio come i due Victoires de la musique in Francia, all'uscita dell'ennesimo album Falling into you composto da 16 canzoni, che fa la sua comparsa sul mercato il 12 marzo.
E' la definitiva consacrazione di Celine a livello mondiale.
L'album abbatte tutti i record e ne stabilisce di nuovi: vende 4 milioni di copie in 4 giorni, resta per 6 settimane al n.1 del Billboard con la canzone Because you loved me, canzone tema del film Up close and personal (Qualcosa di personale) e per 19 nella classifica adult Cont.!

Alle Olimpiadi di Atlanta La copertina del Time Quando poi, il 19/7 alla cerimonia d'apertura dei giochi Olimpici di Atlanta, canta meravigliosamente la canzone The power of the dream di fronte a 85000 persone nello stadio e oltre 3 miliardi in collegamento via satellite in tutto il mondo, il prestigioso Time le dedica la copertina del suo giornale elogiando le sue doti canore, artistiche e personali. "The Divas of pop" è il titolo.
Il successo è enorme, gli appuntamenti intensi e Celine comincia a pensare di prendersi a fine anno un po' di riposo anche per mettere in cantiere un bebè.
Prima di questo però l'aspetta una lunga tournèe legata a Falling into you. Per problemi di stress eccessivo che le provocano dei dolori lancinanti allo stomaco e che le impediscono di mangiare qualsiasi cosa è costretta a sospenderla. Dopo vari accertamenti le viene prescritto risposo, Celine non c'è la fa a star ferma, salta tre date negli U.S.A. ma poi si rimette in marcia, soffrendo ancora degli stessi problemi che oltre ad impedirle di mangiare, ne turbano il sonno e la serenità.
René la vuole fermare, ritiene sia stupido soffrire così, lei vuole proseguire sa che stare senza far niente la farebbe stare peggio. Di colpo ad ottobre in piena tournée sente che il dolore è scomparso come per miracolo, prosegue il tour con un rinnovato entusiasmo e libera da quel fastidioso problema. Sui giornali scandalistici si parla di problemi di anoressia, Celine nega più volte con forza, ma poi lascia che le voci abbiano il loro corso.
Dell'anno sabbatico che si è ripromessa di prendere dall'1/1 1997 non se ne parla nemmeno! L'Asia l'aspetta...dopo il mercato latino americano-iberico per cui ha inciso la versione in spagnolo di All by myself, Sola otra vez, e per cui ha duettato con Paula Anka in Mejor decir adios e il paese del sol levante a chiamarla a gran voce.
Il 1997 è un anno ricco di premi e di incontri: vince 2 Grammy Awards, 4 Juno Awards, 3 World Music Awards, 4 Felix Awards. E' l'ospite più richiesto nelle trasmissioni radio-tv, gli autori di canzoni fanno a gara purché Celine canti una loro canzone, un po' per il piacere di sentir la propria opera interpretata da una fuoriclasse come lei, un po' perché le possibilità di guadagno sono altissime.
Celine tira dritta per la sua strada e partecipa alla serata degli Oscar dove interpreta 2 canzoni: la sua, Because you loved me e quella di Barbra Streisand e B. Adams, I finally found someone, rimpiazzando ad appena 24 ore dall'evento Natalie Cole che avrebbe dovuto sostituire a sua volta la Streisand. E' la prima artista nella storia degli Oscar a cantare due volte nella stessa sera. La Streisand resta impressionata dalla naturalezza della voce di Celine e per ringraziarla le manda un bouquet di fiori e un bigliettino in cui la invita in un futuro a cantare con lei.

Let's talk about love René non si fa sfuggire l'occasione e tra i 16 brani contenuti in Let's talk about love che esce il 14/11 c'è anche Tell him duetto tra la Streisand e Celine. L'album è pieno di personaggi di grosso calibro: Sir George Martin, ex "5 Beatle" produttore della canzone The Reason scritta dalla mitica Carole King autrice in passato di hits come Like a natural Woman, You've got a friend. I fratelli Gibb alias i Bee Gees che hanno scritto Immortality, Luciano Pavarotti che insieme a Celine e con la produzione Tony Renis ha duettato in I hate you Then I love. E poi Brian Adams con J.J.Goldman in Let's tlak about love, Corey Hart per Where is the love e molti altri tra cui Diana King, David Foster, Walter Afanasieff. Discorso a parte per My heart will go on una canzone voluta fortemente dai suoi due autori J.Horner e W.Jennings che fa parte del kolossal Titanic e che conoscerà un successo pazzesco.
Il disco invade e domina il mercato immediatamente! A metà dicembre ha già venduto oltre 10 milioni di copie in tutto il mondo ed è in testa a quasi tutte classifiche. I precedenti record stabiliti dal già prolifico Falling into you vengono abbattuti uno ad uno.
Sempre con un occhio al sol levante, Celine registra Be the man in giapponese e registra un successo record con To love you more che vende oltre 1000000 di copie.

Oscar 1998 All'inizio del 1998 mentre raccoglie consensi, premi e ovazioni (la canzone My heart will go on vince premi su premi tra cui: l'American Music Awards, il Golden Globe e l'Oscar) si appresta a registrare il secondo in francese con J.J.Goldaman.
Intanto duetta dal vivo con Luciano Pavarotti, Aretha Franklin, Carol King e altri in diversi gala di beneficenza.
In patria riceve l'ordine del Canada il 30/4 e l'ordine del Québec l '1/5. Il palco del tour di Let's talk about love La sua vita corre talmente tanto che non ha tempo godersi i successi o di riposarsi; a luglio iniziano le prove della tournèe che parte poi il 21/8 da Boston e che si svolge in stadi molto grandi con una scena centrale di 200 metri quadrati a forma di cuore costruita con una tecnologia avanzatissima.

S'il suffisait d'aimer A settembre esce S'il suffisait D'aimer, secondo album che J.J.Goldman scrive per Celine. Il disco contiene 12 canzoni che tracciano in maniera ancora più delineata i tratti della sua personalità e lei interpreta le canzoni con la sua solita maestria e con sentimento come nella autobiografica On ne change pas o nella struggente S'il suffisait d'aimer. Uniche canzoni che non portano la firma di Goldman sono l'altrettanto splendida Terre e la suggestiva Papillon entrambe di Erick Benzi.

Biografia autorizzata di Germain Il 1 ottobre esce la prima biografia autorizzata scritta da Georges-Hébert Germain di 622 pagine la cui prima edizione vende oltre 500.000 copie.

These are special time Il 3 novembre esce un album natalizio These are the special times che contiene 16 brani tra cui alcune canzoni inedite scritte da altrettanti autori di valore. Tra loro la onnipresente Diane Warren con una canzone dal titolo omonimo dell'album, Brian Adams con Another year has gone by, R.Kelly con I'm your angel, Tony Renis, Carol Bayer Seger, David Foster e Alberto Testa per il duetto con Andrea Bocelli The prayer. Altre sono classici natalizi che Celine reinterpreta alla sua maniera come O holy night, Happy Xmas, Brahms' lullaby. Audace e ben riuscito l'approccio con il repertorio classico in Ave Maria e Adeste Fidelis. In questo album Celine si sperimenta paroliere in Don't save it all for Chrtistmas day.

Agli Oscar 1999 Prosegue la tournèe ma Celine è chiamata a partecipare per l'ennesima volta alla serata degli Oscar: canta in duetto con A. Bocelli la canzone candidata The Prayer; non vincono ma la platea è tutta per loro. Precedentemente hanno già duettato alla serata dei Grammy Awards dove Celine se ne è aggiudicati 2 per My heart will go on.
In conferenza stampa René comunica che Celine si ritirerà dalle scene il 31/12/1999 dopo un grandioso concerto di addio che si svolgerà a Montréal; ha bisogno di riposo e vogliono a tutti i costi un "petit Angélil" come dice Celine cioè un figlio.

Ma la loro serenità viene di nuovo messa in pericolo dall'improvvisa malattia di René che la sera del 31 compleanno di Celine viene ricoverato a Dallas ed operato d'urgenza per un tumore al collo. Deve subire cicli di radioterapia e cure d'urto; Celine rinuncia a quasi tutto il resto della sua tournée per stargli vicino mantenendo solo una decina date in Europa.

Au coeur du stade Tra queste i 2 concerti trionfali del 19 e 20 giugno allo Stade France di Parigi con 95000 persone presenti entrambe le sere. Da quelle magiche esibizioni, a cui René assiste dalla sua casa in Florida grazie ai prodigi della tecnologia, vengono tratti un cd Au coeur du stade che esce il 28/8 e la vhs con il medesimo titolo che esce il 31/8.
Grazie alle cure ed a una buona stella René si rimette in carreggiata e lo si rivede in varie trasmissioni a fianco di Celine, durante le quali la stessa saluta, prima dell'annunciato ritiro, quel pubblico che l'ha sempre sostenuta nella sua lunga carriera.

Falling into you Ultimo prodotto discografico, per il momento, è All the way....A decade of song: un album con 16 brani di cui 6 inediti e gli altri 10 selezionati tra i mille successi di Celine. Ne escono diverse versioni a seconda del mercato a cui è rivolto. Tra gli inediti spiccano la cover All the way, in duetto con F.Sinatra, Then you look at me ennesimo prodotto della premiata ditta Jennings-Horner, Live di R.Cocciante e L.Plamandon canzone originariamente in francese, Vivre, tratta dal musical Notre-Dame de Paris. Anche quest'album vola ai primi posti delle classifiche di vendita e di gradimento del pubblico; Celine esce dal tormentone My heart will go on con il ritmo orecchiabile di That's the way it is, primo singolo tratto da All the way.

Durante il concerto del 31/12/99 Il tempo passa ed arriva inesorabile il 31/12 la serata finale prevista a Montréal: Celine si dà al suo pubblico per oltre 3 ore con un'intensità straordinaria, con quella capacità di trasmettere emozioni che è una sua peculiarità unica e irripetibile.
Canta una dopo l'altro i suoi successi, prende applausi, festeggia l'arrivo del nuovo anno sul palco con René, tutta la sua famiglia e il suo pubblico.

Poi arriva il momento del congedo: fasciata in un abito di Versace e visibilmente commossa canta Ce n'était qu'un reve "...l'ultima ma anche la prima. Quella che ha permesso tutto questo... Grazie mamma, grazie a tutti. Vi amo." dice al suo pubblico prima di iniziare. E poi canta... canta Celine, come quel giorno che Monsieur Angélil la fece cantare nel suo studio, come quando milioni di altre volte altri le hanno chiesto di cantare. Canta salendo e scendendo sul quel pentagramma di note come ha già fatto decine di altre volte ma sempre in maniera diversa, unica. Arriva all'acuto finale ma prima deve prendere fiato Celine. Eh si, perché l'emozione è palese, più che prendere fiato il suo sembra un sospiro! Poi la canzone finisce, la gente applaude, lei girovaga in lungo e largo per quel palco a forma di cuore, ringraziando con ampi inchini. Quel cuore che in quel momento rappresenta simbolicamente quello delle persone che la stanno salutando e che sperano di rivederla presto, per rivivere quelle emozioni uniche che solo lei sa dare.
Si spengono le luci, la magia finisce e lei fedele come sempre alle sue promesse fa un passo indietro dalle luci della ribalta e prova a godersi un po' di vita, a vivere un po' di vita solo sua. Il suo nome oramai è scritto a lettere cubitali nel firmamento della musica e nei cuori di chi la ama, di chi l'ammira, di chi attraverso la sua voce e la sua persona ha trovato un po' di felicità, di serenità...il suo nome è Celine!

Il 2000 ha rappresentato per Celine l’inizio di una nuova vita, una sorta di anno zero che si è interposto tra la vita fatta di concerti, apparizioni televisive, album e la vita tranquilla, appartata, familiare che caratterizzerà appunto il suo ritiro dal mondo dello showbiz.

Tanto per cominciare il 5 gennaio 2000 Celine si risposa con l’uomo di sempre: monsieur René Angelil, con un rito orientale coronato da una splendida ed originale festa a Las Vegas con tanto di cammelli e danzatori orientali, insomma un’atmosfera da “Mille e una notte”.

Celine il golf Dopo tanto fasto ed innumerevoli successi Celine ha soltanto due desideri: essere un’ottima moglie e diventare madre. Per il primo non ci sono problemi, una volta iniziato il suo ritiro si può dedicare totalmente all’amore della sua vita, lei stessa poi diventa proprio una donna di casa: cucina, si dedica alle faccende domestiche, gioca a golf con René, vuole imparare una nuova lingua, lo spagnolo (che poi abbandonerà nei mesi di gravidanza), e non per ultimo dà un taglio alla vita frenetica di prima. Come? Cambiando look cioè con un taglio di capelli cortissimo.

Per il secondo desiderio incominciano a sorgere dei problemi, se prima i medici attribuivano l’infecondità allo stress della sua carriera, adesso, dopo la malattia di René e il congelamento dei suoi spermatozoi, si pensa seriamente di ricorrere ad un metodo che la stessa Celine definisce “poco romantico ma necessario”: la fecondazione assistita in vitro.

E così dal febbraio dello stesso anno il nostro usignolo inizia una serie di trattamenti dolorosi e costanti, assistita amorevolmente dalle cure del suo ginecologo personale: il dottor Ronald Ackerman, lo stesso che l’8 giugno le comunicherà con le lacrime agli occhi che tra circa 9 mesi sarà mamma.
Casa Angelil si riempie di gioia, dopo tante notizie false pubblicate sui giornali e dopo la malattia di René finalmente “la vita ha trionfato sulla morte” dice Celine, che per mezzo di un comunicato rende partecipe tutto il mondo (e soprattutto noi fan) della sua gioia.

I nove mesi che seguono segneranno per sempre l’esistenza della nostra beniamina, nella splendida dimora di Jupiter Island insieme a René, le cui condizioni di salute sono nettamente migliorate, Celine vive una felice gravidanza con poche nausee e rari malori e con una nuova vita che le cresce in grembo.

Come una normale donna in attesa Celine aumenta di peso addolcendo così la sua magrezza, tanto evidente nell’ultimo anno prima del ritiro sabbatico.

La copertina del singolo Sous le vent Nel frattempo registra una magnifica canzone “Sous le vent” insieme a Garou allora meglio conosciuto come il Quasimodo del Notre Dame de Paris francese, ma che si farà strada come solista grazie anche all’aiuto del manager-scopritore di talenti per eccellenza, ovvero grazie a René Angelil.

La copertina di Ma vie, mon reve Contemporaneamente alla fine del 2000 esce una sua autobiografia “Ma vie, mon reve”, “My story, my dream” rispettivamente nella versione francese e inglese, ed inoltre un album: The collector vol.1 The collector vol.1 che oltre a contenere delle stupende canzoni già edite contiene anche degli inediti, mai pubblicati nei precedenti album, come The power of the dream, Sola otra vez, Be the man in lingua giapponese etc...del quale ne uscirà anche un’edizione speciale (intitolata Tout en amour) con un bellissimo booklet di foto.

Il piccolo Rene Charles Così passano i mesi e il nuovo anno (2001) porta in casa Angelil una nuova creatura. Il 25 gennaio infatti nasce un bel maschietto: il piccolo René-Charles, tanto atteso e tanto desiderato da mamma e papà riempie la casa di gioia e cambia totalmente la vita di Celine.
La nascita è un pò prematura, tutti si aspettavano che il bimbo nascesse almeno a febbraio. Celine il 22 gennaio aveva fatto un’ecografia e tutto era sembrato normale ma il giorno dopo aveva sentito che il bimbo non si muoveva più come prima e infatti dopo ulteriori esami il medico le aveva detto che il cordone ombelicale era molto vicino alla testa del bambino e per non correre il minimo rischio il bambino doveva nascere subito e si doveva ricorrere al cesareo per cui Celine si fa forza e grazie all’intervento rapido ed efficace dei medici Celine dà alla luce il suo primo figlio.
La sua vita cambia... tutta la sua routine quotidiana cambia: per esempio prima Celine dormiva 10 ore al giorno, da quando è mamma non più, si sveglia in continuazione per controllare se René-Charles sta bene, ha fame etc...

Il battesimo Il 25 luglio di quello stesso anno, proprio quando il piccolo compie 6 mesi, Celine si fa vedere in pubblico a Montreal per la cerimonia privata del battesimo di suo figlio che viene battezzato con rito cattolico melchita,un rito cioè tuttora presente in alcune chiese cattoliche d’oriente che consiste nella totale immersione del bambino nel fonte battesimale; quel giorno Celine appare alle telecamere elegantissima, ringiovanita e in un certo senso rigenerata dalla maternità.

Celine canta God bless America 11 settembre 2001: un’immane tragedia colpisce gli USA, Celine resta attonita davanti la tv quando apprende la notizia, qualche minuto dopo il suo istinto materno la porta nella stanza dove riposa René-Charles “Che fortuna” afferma lei “che lui è troppo piccolo per rendersi conto di ciò che sta succedendo!”.
A Tribute to Heroes In breve anche gli artisti, cantanti ed attori, si mobilitano e il 21 settembre partecipano con un gesto di grande solidarietà chiamato “A Tribute to Heroes” al quale non poteva mancare la nostra Celine, che quasi sempre si impegna nelle opere di solidarietà, lei stessa canta per gli USA un’imponente “God bless America” la quale verrà inserità in un cd (intitolato, guarda caso, God bless America) i cui guadagni verranno devoluti al Twin Towers Fund.
E questa comunque è stata la prima volta dopo il ritiro dalle scene che Celine si è esibita in pubblico.
Una settimana dopo Celine partecipa ad un’altra maratona televisiva stavolta però in Canada interpretando la struggente “L’amour existe encore”.
Nel frattempo trascorre giornate in sala di registrazione per incidere le nuove canzoni che saranno incluse nell’album che segnerà il suo ritorno nello showbiz dopo ben due anni di assenza.
Ad ottobre fa qualche apparizione canora, prima fra tutte quella agli ADISQ Music Awards.
A fine anno comunque cominciano a circolare voci non confermate ufficialmente sul nuovo album, sul titolo e sulle tracce, ma è all’inizio del nuovo anno (2002) che il sito di Billboard informa ufficialmente che il nuovo album di Celine si intitolerà “A new day has come”, stesso titolo del primo singolo, ed uscirà l’11 marzo (data che poi sarà rimandata al 25 dello stesso mese).

Il ritorno di Celine sembra così giorno dopo giorno più vicino dato che molte notizie si susseguono al riguardo, a febbraio le radio tramettono il primo singolo tratto dall’album: “A new day has come” una dolce ballata (le radio però ne trasmettono solo la versione remix) dedicata al figlio René-Charles, lei stessa concede in anteprima un’intervista a Barbara Walters nello show 20/20 sul canale americano ABC ed inoltre il 27 febbraio partecipa, come presentatrice e non come candidata a qualche premio, ai Grammy Awards, gli oscar della musica.

A new day has come 25 marzo 2002: esce ufficialmente “A new day has come” l’album tanto atteso dai fan di tutto il mondo, preceduto dall’uscita del singolo omonimo una quindicina di giorni prima, ed è un TRIONFO! L’album infatti sale subito al primo posto in ben 17 paesi fra cui l’Italia.

Celine è impegnata a promuoverlo e quindi parte in giro per il mondo non prima però di aver registrato alcuni programmi che andranno in onda in America come “The Oprah Show”, “The Today Show”, “The CBS Special” al Kodak Theatre che andrà in onda circa un mese dopo proprio quando la nostra Celine si troverà in Italia.
Celine da Fiorello Infatti il suo tour promozionale tocca anche il Bel Paese per la gioia dei suoi fan italiani che hanno avuto la possibilità di vederla nello show di Fiorello e a Dom&nika in, per non parlare di quelli che hanno avuto la chance di vederla dal vivo: in pratica un sogno divenuto realtà! Tornata nel suo continente Celine partecipa a diversi eventi (Latin Billboard),concerti (Divas Live a Las Vegas) e trasmissioni televisive (The Rosie O’Donnell Show).

Nel 2002 firma un contratto multimilionario con il Caesar's Palace di Las Vegas, Celine canterà duecento giorni l'anno, inizialmente per tre anni, accompagnata da settanta ballerini in un anfiteatro da 4.100 posti. Nel 2003 l'album One Heart (25 Marzo) esce in concomitanza con il debutto dei suoi show di Las Vegas e ad Ottobre esce 1 Fille & 4 Types, suo primo album francese dopo ben cinque anni.

Nel 2004 escono il CD A new day... Live in Las Vegas, registrato al Caesar's Palace di Las Vegas, e Miracle, progetto multimediale realizzato assieme alla fotografa Anne Geddes. Nel mese di settembre René Angelil, manager e marito della Dion, annuncia l'estensione del contratto col Caesar's Palace di un altro anno. Nel 2005 esce un album doppio greatest hits dei suoi più bei brani in francese, con l'aggiunta di 3 inediti ed una bonus track, ovvero un duetto col gruppo pop-opera de Il Divo, I Believe In You (Je Crois En Toi). L'album si intitola On Ne Change Pas. Inoltre crea una linea di profumi e cosmetici che prendono il suo nome e che hanno avuto molto successo.

Nel 2006 festeggia il 500esimo show a Las Vegas e i 25 anni di carriera. Dal 17 al 21 gennaio 2007 Céline è impegnata con le riprese del DVD del suo show A New Day..., che termina il 15 dicembre. Il 14 febbraio 2007 viene presentato alle radio francesi Et S'il N'en Restait Qu'une (Je Serais Celle-Là), primo singolo dall'album D'Elles, uscito il 22 maggio in Canada, il 21 maggio nei paesi francofoni europei. L'album contiene 13 canzoni, i cui testi sono stati realizzati da importanti scrittrici francesi e quebecchesi, come Françoise Dorin, Christine Orban, Nina Bouraoui, Marie Laberge, Lise Payette, Denise Bombardier, Nathalie Nechtschein e Janette Bertrand. Et S'il N'en Restait Qu'une (Je Serais Celle-Là) raggiunge la #1 della classifica dei singoli più venduti in Francia.

Il 25 febbraio 2007 Céline si esibisce per la sesta volta sul palco degli Oscar. L'occasione è stata quella di un tributo al Maestro Ennio Morricone che ha ricevuto l'Oscar alla Carriera. Céline Dion ha interpretato in anteprima mondiale I Knew I Loved You, canzone le cui parole sono state scritte su un tema tratto da 'C'era una volta in America'. Il brano figura anche nel CD tributo We All Love Ennio Morricone (Disco D'Oro in Italia dopo sole 3 settimane). Céline Dion è adesso la cantante che si è esibita più volte sul prestigioso palco degli Academy Awards. Nell'aprile dello stesso anno, Céline si esibisce durante uno special benefico di American Idol in un duetto virtuale con Elvis Presley sulle note di If I Can Dream.

Il 9 novembre 2007 esce Taking Chances, il nuovo album inglese che vede il ritorno di Céline sul mercato discografico internazionale dopo 4 anni di silenzio. All'album prendono parte autori e produttori del calibro di Ne-Yo, Ben Moody, Dave Stewart degli Eurythmics, Linda Perry, Kara DioGuardi, John Shanks, Anders Bagge e Peer Astrom. L'attesissimo DVD relativo allo show a Las Vegas, esce ad inizio dicembre 2007 ed entra nella storia come il DVD che ha venduto di più nella storia delle classifiche Canadesi. Per diverse settimane risulta introvabile per via della forte richiesta. Oltre 400.000 copie vendute solo in Canada.

Il 4 novembre 2007 vince il prestigioso Legend Award, il premio le viene consegnato a Montecarlo dal principe Alberto di Monaco. All'album seguirà un World Tour che partendo il 14 febbraio 2008 da Johannesburg in Sud Africa durerà un intero anno. La cantante farà tappa in Italia al DatchForum di Assago (Milano) il 3 luglio 2008.

BIBLIOGRAFIA

  • Georges Hebert Germain: Céline - Dundurn Press 1998

  • Biografia scritta da celinedion.com

  • Sezione News - Celine's Maniacs

Sezione a cura di Valentina Pierotti.

...............................................................................................................................................................................................
Home | Contattaci

© Copyright © 2008 by Bravenet Web Services, Inc. & Celine's Maniacs - All rights reserved